Afghanistan. Assaltato tempio Sikh, stato islamico rivendica

Save the Children: tra vittime anche minore, fermare violenze

(DIRE) Roma, 25 Mar. – Oggi a Kabul, in Afghanistan e’ stato attaccato un tempio sikh, cosi’ come ha confermato il ministero dell’Interno. Un commando di uomini armati ha fatto irruzione nel tempio intorno alle 7.45 ora locale mentre nel luogo religioso di Shorbazar erano riuniti in preghiera tra i 150 e i 200 fedeli. L’edificio e’ stato assediato e le forze di sicurezza hanno impiegato sei ore a liberare le persone, tenute in ostaggio dai miliziani. Stando all’ultimo bilancio diffuso dal governo, almeno 25 persone hanno perso la vita, e’ imprecisato invece il numero dei feriti. L’attacco e’ stato rivendicato dal gruppo Stato islamico, che nel Paese vanta ancora delle cellule. Stando a quanto riporta Save the children, tra le vittime si registra anche un minore. “L’Afghanistan e’ uno dei luoghi piu’ pericolosi al mondo, soprattutto per i minori” ha denunciato Timothy Bishop, direttore generale di Save the Children in Afghanistan. Bishop ha aggiunto: “Nessun bambino dovrebbe sperimentare questo tipo di evento traumatico e brutale. Oltre al rischio di morte o lesioni, i bambini possono riportare cicatrici emotive e psicologiche difficili da cancellare”. Quindi l’appello: “ora che il mondo dovrebbe riunirsi per combattere la pandemia di coronavirus, che non fa distinzione tra paesi o religioni o ideologie, esortiamo tutti in Afghanistan a fermare i combattimenti”. (Alf/Dire)

Recommended For You

About the Author: PrM 1