Coronavirus. Carceri, anche in Libia liberati centinaia di detenuti

(DIRE) Roma, 30 mar. – Oltre 450 detenuti saranno rilasciati in Libia con una decisione motivata dall’esigenza di contrastare la diffusione del Covid-19: lo ha reso noto il ministero della Giustizia di Tripoli, che si e’ allineato cosi’ a provvedimenti gia’ adottatati in diversi Paesi in Nord Africa e Medio Oriente.
La misura, si legge in una nota, si applichera’ a 466 prigionieri di “istituti di correzione”.
Secondo il ministero della Sanita’ di Tripoli, a oggi i casi confermati nelle aree del Paese sotto il controllo del governo sono otto.
A disporre rilasci di detenuti, perlopiu’ per reati di minore entita’, comunque non prigionieri politici, erano gia’ stati Arabia Saudita, Bahrain, Egitto e Siria.
Un appello per i prigionieri al tempo del coronavirus e’ stato rivolto ieri anche da Papa Francesco. “Chiedo alle autorita’ di essere sensibili a questo grave problema e di prendere le misure necessarie per evitare tragedie future” ha detto il Pontefice, denunciando il sovraffollamento delle carceri (Vig/Dire)

Recommended For You

About the Author: PrM 1