Covid-19: aiuti anche da Taiwan all'Italia - Ilmetropolitano.it

Covid-19: aiuti anche da Taiwan all’Italia

Anche Taiwan ha donato aiuti ai paesi colpiti dal covid-19. Il governo di Taipei ha disposto l’invio di dieci milioni di mascherine a Europa e Stati Uniti. La repubblica asiatica è stata colpita in pieno dall’epidemia del COVID-19: ma l’azione di contenimento attuata dal governo ha limitato i danni. Ciò nonostante e sebbene la sanità di Taiwan sia all’avanguardia a livello mondiale: l’Organizzazione Mondiale della Sanità non accetta tra i propri componenti Taiwan privando il mondo di un’esperienza e una professionalità preziosa. Per di più, il Direttore Generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha – ingiustamente e inspiegabilmente – accusato Taiwan di attacchi razzisti. Il presidente della Repubblica, Tsai Ing-wen ha replicato a tali accuse: “Mi oppongo con forza alle accuse secondo cui Taiwan diffonde messaggi razzisti in ambito internazionale. Taiwan si è sempre opposta ad ogni forma di discriminazione. Per anni siamo stati esclusi dalle organizzazioni internazionali e sappiamo meglio di chiunque altro cosa voglia dire essere discriminati e isolati. Colgo questa occasione per invitare il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus a visitare Taiwan e a sperimentare come il popolo di Taiwan continui ad aprirsi al mondo e a contribuire alla società internazionale, nonostante le discriminazioni e l’isolamento. Il personale medico e i volontari di Taiwan sono impegnati senza sosta in ogni parte del mondo, persino in Etiopia, patria del direttore Tedros Adhanom Ghebreyesus. I cittadini taiwanesi non distinguono le persone in base al colore della pelle o alla lingua che parlano: tutti sono nostri fratelli e sorelle. Taiwan non ha mai permesso che la mancata adesione alle organizzazioni internazionali diminuisse il proprio supporto alla comunità internazionale. La libertà, la democrazia, la diversità, la tolleranza sono valori fondamentali per i taiwanesi. Credo che l’OMS sarà completa solo con l’inclusione di Taiwan al suo interno.” Altri aiuti sono giunti in Italia dalla Nunziatura Apostolica di Taipei guidata da monsignor Arnaldo Catalan. Il senatore Lucio Malan, presidente del gruppo Interparlamentare di amicizia Italia-Taiwan, ha ringraziato per gli aiuti – a nome dai colleghi deputati e senatori del Gruppo Interparlamentare di amicizia Italia-Taiwan – il rappresentante della Repubblica di Taiwan in Italia, Andrea Sing-Ying Lee. Dichiarando, tra l’altro: “Taiwan è certamente un esempio di successo nell’affrontare la pandemia, poiché pur avendo più contatti di ogni altro paese con la Cina ha finora avuto soltanto 339 casi di malattia con solo cinque morti. Forse il migliore esempio nel mondo. Eppure, Taiwan è ancora fuori dall’Organizzazione Mondiale della Sanità cui avrebbe molto da insegnare.” Maggiori informazioni sugli aiuti di Taiwan all’Italia e su come Taiwan combatte il COVID-19 sono disponibili sulla pagina Facebook Taiwan Can Help In Italy che ringraziamo per averci concesso l’uso del logo. E’ realizzata da un gruppo di taiwanesi che vivono da anni in Italia. Attraverso notizie e la traduzione di articoli in italiano vogliono condividere l’esperienza di Taiwan contro l’epidemia.

Tonino Nocera

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano