Giappone. Tokyo annuncia il lancio di una sonda lunare

In prima metà anni 20 usando razzo epsilon a combustibile solido

(DIRE) Tokyo, 15 Aprile – L’agenzia spaziale giapponese (JAXA) sta programmando di inviare un micro esploratore in orbita attorno alla Luna, possibilmente nella prima meta’ degli anni 20, usando un razzo Epsilon a combustibile solido. Le esplorazioni lunari passate, come la missione Luna dell’Unione Sovietica e il programma Apollo degli Stati Uniti, hanno usato razzi a propellente liquido. JAXA sta cercando di rafforzare la propria presenza nelle esplorazioni lunari creando un metodo piu’ semplice per inviare una sonda spaziale attraverso il combustibile solido che presenta vantaggi logistici e di costo, con l’obiettivo di attrarre ordini e commissioni di ricerche da parte di universita’ e societa’ private. Il razzo Epsilon di JAXA e’ progettato per trasportare piccoli satelliti a un costo molto contenuto. La tecnologia di intelligenza artificiale riduce i costi di manodopera e di lancio, con solo due personal computer necessari per controllarlo da terra. Nel progetto in questione, l’Epsilon sara’ dotato di un quarto stadio chiamato “kick stage”, al quale verra’ collegata una sonda spaziale che ospita un micro esploratore. Per la sonda di trasporto, JAXA sta valutando la possibilita’ di modificare il suo Smart Lander per Investigating Moon, noto anche come SLIM, che puo’ ospitare due micro esploratori ciascuno del peso di circa 50 chilogrammi. L’agenzia prevede di lanciare il lander su un razzo H-2A nell’anno fiscale 2021. (Jief/Dire)

Recommended For You

About the Author: PrM 1