Roma, Piazza dei Cinquecento. Lo rapinano colpendolo con calci e pugni. Rintracciati e sottoposti a fermo 2 stranieri

Il 18 Aprile scorso, due stranieri, nei pressi della Stazione Termini, si erano resi responsabili di rapina aggravata nei confronti di un cittadino romeno di 47 anni. Nella circostanza la vittima, dopo aver avvicinato una pattuglia del Commissariato Prati che stazionava nei pressi di piazza dei Cinquecento, accusava un dolore al petto e si accasciava a terra. Soccorso immediatamente in ospedale, raccontava ai poliziotti di trovarsi a Roma per motivi di lavoro e che a causa dei noti eventi legati al Covid – 19 decideva di ripartire per Salerno, dove risiede stabilmente. Una volta giunto alla Stazione Termini, aveva incontrato un suo connazionale che si trovava in compagnia di un altro soggetto, gli aveva chiesto se conoscessero una prostituta, con la quale consumare un rapporto sessuale. Un paio di telefonate e, poco dopo, giungeva sul posto una donna, probabilmente  albanese che, non essendo di suo gradimento, veniva allontanata.  Approfittando di un momento di distrazione dell’uomo,  l’amico romeno riusciva a sfilargli la catena d’oro che indossava e 1555 euro in contanti. Quando la vittima si è accorta del furto ha cercato di riottenere quanto sottrattogli ma, a quel punto, il connazionale ha iniziato a colpirlo con calci e pugni facendolo cadere a terra e continuando ad accanirsi contro di lui anche nei momenti successivi.  Il complice invece era rimasto a controllare, tutto il tempo, l’eventuale presenza delle Forze dell’Ordine, per poi fuggire insieme all’altro, facendo perdere le proprie tracce. Acquisita la denuncia e la descrizione dei due malviventi, gli investigatori del commissariato Viminale, diretto da Fabio Abis, hanno mostrato al malcapitato alcune foto segnaletiche al fine di individuare i responsabili della rapina, ma con esito negativo. Lunedì scorso, nel prosieguo delle indagini, i poliziotti insieme alla vittima si sono recati nei pressi della Stazione Termini dove, in piazza dei Cinquecento, l’uomo ha riconosciuto i due rapinatori mentre stavano attraversando la strada in direzione di via Marsala. Fermati, i due sono stati identificati per I.S. romeno di 41 anni e K.M., magrebino di 50 anni, entrambi con vari precedenti di Polizia. Perquisita la stanza di un Bed & Breakfast dove i due alloggiavano insieme, gli agenti hanno rinvenuto la catena in oro sottratta alla vittima, un telefono cellulare, 465 euro in  contanti e la ricevuta di un bonifico fatto proprio il giorno successivo alla rapina attraverso la Western Union di 300 euro a favore di una cittadina romena. In considerazione degli elementi raccolti, i due malviventi sono stati sottoposti a Fermo di Polizia Giudiziaria, convalidato ieri dall’Autorità Giudiziaria, per rapina aggravata  e attualmente si trovano ristretti a Regina Coeli.

fonte  — https://questure.poliziadistato.it/Roma/articolo/23615ea2afafd3e98807634595

Recommended For You

About the Author: PrM 1