Quando si naviga, occhio alla sicurezza: i consigli per proteggerci in rete - Ilmetropolitano.it

Quando si naviga, occhio alla sicurezza: i consigli per proteggerci in rete

Gli italiani trascorrono sempre più tempo in rete, le ore di navigazione salgono, e di conseguenza aumenta anche il rischio di essere vittime di truffe o malware. Sono diversi i pericoli nascosti, dunque occorre avere mille occhi puntati su ciò che si fa sul web, su come ci si muove, e soprattutto sui sistemi che si usano per proteggersi. Dato che molte delle abitudini ormai si sono spostate su Internet, i consumatori tendono spesso ad acquistare prodotti e servizi sul web, usando spesso la propria carta di credito. Naturalmente bisogna fare molta attenzione, ascoltando i consigli degli esperti in sicurezza informatica, che mettono a disposizione di tutti un prontuario per minimizzare i pericoli della rete.

Sì all’antivirus, a patto che non sia gratuito

Gli antivirus sono una risorsa essenziale per proteggersi dalle minacce digitali, dai virus, dai malware e da tutti quei tentativi che hanno lo scopo di rubare dati sensibili o di infettare i dispositivi. Bisogna però dire che non tutti i programmi di antivirus sono ugualmente affidabili, e che spesso quelli gratuiti svolgono una serie di compiti di protezione che si limitano all’essenziale.

Quindi chi desidera difendersi sul serio dalle minacce del web non può fare a meno di acquistare un software professionale. Non si tratta di una spesa ma di un vero e proprio investimento. Inoltre, è sempre il caso di rinnovare la licenza, per continuare a ricevere i necessari aggiornamenti.

Acquisti e gioco online: come difendersi dalle truffe

Qualsiasi piattaforma preveda un pagamento da parte dell’utente, dovrebbe sempre possedere un certificato SSL attendibile e la dicitura HTTPS nell’URL. Questi sistemi criptano i dati personali, li proteggono durante le comunicazioni da client a server, e impediscono a chiunque di entrarne in possesso.

Questa è una regola che vale sia per gli e-commerce che per i portali di gioco online, e c’è un altro consiglio che accomuna queste due realtà: meglio leggere cosa ne pensano gli utenti. Grazie ad alcuni blog specializzati, come ad esempio il sito AskGamblers.com si trovano diverse recensioni di casinò digitali così da poter scegliere tra i migliori in circolazione. Per gli altri ecommerce un buon sito da consultare è ad esempio TrustPilot, dove si possono leggere i pareri di altri utenti che hanno provato un servizio.

Gestire le email con grande attenzione

Spesso l’utente tende a vedere la propria casella email come un porto sicuro, ma non è affatto così. Oggi girano moltissime mail spam, che tentano di truffare le persone in mille modi diversi, alcuni dei quali a dir poco fantasiosi.

Da un lato è facile riconoscere truffe palesi come le famose mail del principe africano, ma dall’altro chiunque può cadere vittima di un phishing ben organizzato. Come nel caso delle mail spedite dalle banche, che richiedono con urgenza il login sull’account per risolvere dei problemi gravi. Si tratta di messaggi capaci di mettere ansia a chiunque, con il rischio di offuscare la mente, e di fare click sul link sbagliato, inserendo i propri dati su un sito fake. Il consiglio? Mai loggare sui propri profili dalle mail, ma soltanto recandosi sul portale ufficiale dal browser.

Su Internet non tutti gli amici sono… amici

Bisogna fare molta attenzione anche alle persone che vengono aggiunte alla cerchia dei contatti. Qui si parla di social come Facebook e non solo, ma occorre andare con ordine. Aggiungere uno sconosciuto sui social può produrre danni potenziali molto ampi: ad esempio il rischio di avere di fronte un ladro che studia i nostri movimenti e le abitudini, o una persona che sta rubando la nostra identità, o qualcuno a caccia di un motivo per ricattarci. La regola è la seguente: mai aggiungere persone sconosciute sui social network, e procedere ad una “pulizia” periodica dei contatti. Vale anche per il gaming online, e per app come Skype.

Le app possono diventare un gioco pericoloso

Oggi sono tantissimi gli italiani che giocano dal cellulare, e si pensa spesso che lo smartphone sia immune ai problemi visti poco sopra. Ovviamente non è così, quindi i pericoli aumentano.

Quando si installano app sconosciute e create da software house non molto note, è possibile che dietro ad un gioco si nascondano azioni fraudolente. Quando si installa un’applicazione, dunque, bisogna fare attenzione alle autorizzazioni richieste, come l’accesso alla fotocamera del cellulare, al microfono o alla galleria di foto e video. La regola è negare sempre, a meno di non usare una app nota e quindi sicura al 100%. Infine, un buon antivirus sul cellulare non guasta mai, perché anche le app famose potrebbero soffrire di bug, e dunque diventare delle potenziali vittime di attacchi informatici, tali da mettere a rischio i dispositivi degli utenti.

Recommended For You

About the Author: PrM 1