Torino: la sorella “garante” di un debito a sua insaputa - Ilmetropolitano.it

Torino: la sorella “garante” di un debito a sua insaputa

I fatti accaduti in zona Madonna di Campagna

Martedì mattina gli agenti della Squadra Volante hanno arrestato due cittadini italiani, un uomo ed una donna di 35 e 27 anni, per tentata estorsione. All’arrivo dei poliziotti, la coppia, dalla strada, stava minacciando una donna affacciata dal balcone dello stabile. Accanto a loro un cassonetto della spazzatura ribaltato, frutto di uno scatto d’ira del trentacinquenne. “Quella mi deve 800 euro e li voglio” continua a gridare la ventisettenne. Nemmeno l’intervento degli agenti riesce a mitigare l’atteggiamento violento dei due. Gli operatori a questo punto raccolgono la testimonianza della condomina che dichiara di aver già ricevuto la visita della coppia in mattinata. Dopo aver suonato incessantemente Il campanello, erano passati a colpire con decisione la porta più volte. La donna, non conoscendoli, decideva di non aprire e li avvertiva che se non avessero smesso, avrebbe chiamato la Polizia. La coppia allora si era allontanata dal pianerottolo, continuando a gridare che se non avessero avuto indietro i loro soldi, sarebbero andati a cercarla anche sul luogo di lavoro. Il denaro di cui parlavano er un debito contratto dal fratello della donna, che aveva nominato come “garante” per la restituzione la propria famiglia. Fermata, la coppia viene perquisita. All’interno della borsa della ventisettenne, gli agenti trovano un coltellino a serramanico di 13 cm. Da ulteriori accertamenti emerge che l’uomo ha precedenti di Polizia, così come la donna.

fonte  –  https://questure.poliziadistato.it/Torino/articolo/6845edcb7bfd59fc504631834

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano