Coronavirus: deroga distanziamento sui treni, 50% dei biglietti cancellati - Ilmetropolitano.it

Coronavirus: deroga distanziamento sui treni, 50% dei biglietti cancellati

10:02 –  “Migliaia di passeggeri Domenica non sono potuti partire: è il risultato della marcia indietro del governo nel giro di un giorno sul via libera all’occupazione di tutti i posti a sedere sui treni. Solo Italo – che ha cancellato otto treni della mattina e numerosi biglietti anche per il pomeriggio – ha stimato di aver lasciato a terra ottomila persone. Cancellati ad esempio i tre collegamenti fra Milano e Ancona, vale a dire i collegamenti con tutte le località di mare della Riviera Romagnola proprio nei giorni in cui molti partono per le vacanze. Trenitalia ha inviato una mail ai viaggiatori avvisandoli che si atterrà alle nuove disposizioni previste dall’ordinanza firmata sabato dal ministro della Salute Roberto Speranza, su cui il suo portavoce Nicola Del Duce ha assicurato che c’è stata piena condivisione e con l’obiettivo di tutelare la sicurezza dei viaggiatori” (cit Ansa). Il risultato di tale situazione è stato un grosso disagio per i passeggeri che, sebbene preoccupati per il mantenimento delle distanze di sicurezza, desiderano comunque partire e raggiungere i luoghi di villeggiatura, mettendosi in fila nelle stazioni per trovare un metodo “alternativo” per riuscire a partire. “È giusto che sui treni restino in vigore le regole di sicurezza applicate finora. Non possiamo permetterci di abbassare il livello di attenzione e cautela. Per questo ho firmato una nuova ordinanza che ribadisce che in tutti i luoghi chiusi aperti al pubblico, compresi i mezzi di trasporto, è e resta obbligatorio sia il distanziamento di almeno un metro che l’obbligo delle mascherine”, annuncia il Ministro della Salute Roberto Speranza e riporta Ansa.it, sottolineando: “Questi sono i due principi essenziali che, assieme al lavaggio frequente delle mani, dobbiamo conservare nella fase di convivenza con il virus”. Ansa precisa che “In Lombardia, invece, si potranno continuare ad utilizzare il 100% dei posti a sedere e il 50% di quelli in piedi sui mezzi pubblici, almeno per il momento”. I passeggeri intanto continuano ad avere prudenza, indossano le mascherine e mantengono il distanziamento sociale, ma mantengono la tranquillità e la pazienza in attesa di raggiungere i luoghi di vacanza.

SM

Recommended For You

About the Author: PrM 1