Camerun. Cortei contro Biya, Polizia spara e arresta oppositori - Ilmetropolitano.it

Camerun. Cortei contro Biya, Polizia spara e arresta oppositori

Le manifestazioni indette dal Mouvement De Renaissance

(DIRE) Roma, 22 Set. – Almeno 30 esponenti di un partito di opposizione del Camerun sarebbero stati arrestati oggi durante una mobilitazione nazionale indetta per chiedere le dimissioni del presidente Paul Biya e il rinvio delle elezioni regionali.
Secondo fonti locali concordanti, spari e disordini durante i cortei sono stati registrati in diverse citta’, tra le quali Douala, la piu’ popolosa del Paese.
Le manifestazioni di protesta erano state bandite dall’esecutivo. Secondo il quotidiano Le Journal de Cameroun 31 membri del partito che ha convocato le proteste, il Mouvement pour la Renaissance du Cameroun (Mrc), sono stati fermati davanti alla casa del suo presidente, Maurice Kamto. Tra le persone arrestate anche il tesoriere del Mrc, Alan Fogue.
I manifestanti chiedono di riformare il sistema elettorale, rinviare le elezioni di risolvere la crisi in corso nelle regioni anglofone del Nord e Sud-Ovest, oltre alle dimissioni di Biya. “E’ solo l’inizio” ha dichiarato alla stampa locale il consigliere speciale di Kamto, Albert Nzongang.
Il governo ha dichiarato che “Biya ha un mandato di sette anni” e bisogna avere percio’ “pazienza e rispettare la Costituzione”. Nei giorni scorsi, la giustizia camerunense ha condannato all’ergastolo dieci persone appartenenti al gruppo che si batteva per la secessione delle regioni anglofone.
Nel 2017 anni di rivendicazioni pacifiche da parte delle popolazioni di lingua inglese per una maggiore autonomia e contro le discriminazioni del governo centrale erano culminate in un conflitto armato. In tre anni, secondo gli esperti dell’International Crisis Group, sono morte oltre 3.000 persone. Piu’ di 30.000 gli sfollati. (Est/Dire) 18:03 22-09-20

Recommended For You

About the Author: PrM 1