Roma, Casilina. Rapina una donna e poi prende a pugni il fidanzato di questa. Fermato 27enne nigeriano nascosto dietro una tenda - Ilmetropolitano.it

Roma, Casilina. Rapina una donna e poi prende a pugni il fidanzato di questa. Fermato 27enne nigeriano nascosto dietro una tenda

Il 22 Settembre scorso, una donna nigeriana di 27 anni, insieme al fidanzato 30enne anch’egli nigeriano, si sono recati in un bar sulla Casilina, frequentato da loro connazionali e, mentre consumano una bibita, sono stati avvicinati da 4 ragazzi nigeriani che conoscevano di vista. Uno di questi un 27enne, si è avvicinato alla donna e, dopo averle preso il  portafogli dalla borsa, ha prelevato la somma di 250 euro senza dire nulla.

La coppia è restata inerme ed intimidita dai 4 uomini che nella loro comunità sono conosciuti come uomini violenti e poco dopo i malviventi sono usciti tranquillamente dal locale allontanandosi. Subito dopo i due fidanzati si sono rivolti ad un loro connazionale al quale gli hanno raccontato l’accaduto sperando che questi potesse aiutarli a rintracciare il ladro e, venuti a conoscenza dell’indirizzo dove quest’ultimo abitava, in zona Torre Angela, si sono recati sul posto fermandosi davanti ad una palazzina e qui hanno incontrato l’uomo che ha aggredito il fidanzato della donna con pugni in testa fino a farlo cadere in terra facendogli sbattere violentemente il capo per poi allontanarsi.

A seguito si segnalazione di rissa giunta al NUE 112, sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato Romanina  ed un’ambulanza che ha trasportato immediatamente il ferito in ospedale, dove è stato sottoposto ad intervento chirurgico d’urgenza e successivamente ricoverato in prognosi riservata. Appreso ciò i poliziotti del commissariato Casilino, diretto da Michele Peloso, si sono recati nella via in questione per ascoltare eventuali testimoni al fine di rintracciare l’uomo e, a seguito di attività investigativa, sono riusciti a risalire all’identità dello stesso che è stato rintracciato in un’abitazione alla Borghesiana, nascosto in una stanza dietro una tenda. Gli agenti lo hanno quindi bloccato, condotto in commissariato e sottoposto a Fermo di Polizia Giudiziaria, successivamente convalidato dall’ Autorità Giudiziaria.  L’uomo, con precedenti di polizia, dovrà rispondere di rapina e lesioni personali gravi.

 

 

fonte  — https://questure.poliziadistato.it/Roma/articolo/23615f743bcc5997c567977970

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano