Guardare i contenuti video di altri paesi in streaming è possibile: ecco come fare - Ilmetropolitano.it

Guardare i contenuti video di altri paesi in streaming è possibile: ecco come fare

Chi ha un po’ di confidenza con le piattaforme di streaming video sa bene che abbondano di contenuti, ma sa anche che non tutti i film e le serie tv sono disponibili per la visione usando il proprio account. Il motivo è davvero semplice da spiegare: servizi come Netflix differenziano il catalogo in base al paese dell’utente, impostando dei veri e propri blocchi regionali, che impediscono l’accesso ai contenuti di altre nazioni. Il tutto dipende da un’intricata rete di accordi commerciali, che differiscono da paese a paese e che non consentono di trasmettere certi contenuti in nazioni dove quei diritti appartengono a qualcun altro. Un esempio concreto? La serie originale Netflix “House of Cards” non è disponibile su Netflix Italia poiché i suoi diritti sono stati comprati da Sky. Per sbloccare questi contenuti ci sono però alcuni trucchi e tra tutti il più affidabile consiste nell’utilizzare una VPN: vediamo come fare.

Come funziona il geoblocking e perché esiste

Come anticipato poco sopra, il geoblocking ha il compito di impedire a un utente di un dato paese di accedere al catalogo di una nazione estera. Come funziona? Non si tratta di nulla di troppo complesso: in pratica, il sistema traccia l’indirizzo IP dell’utente, e consente l’accesso a un determinato catalogo soltanto a chi possiede l’IP di quella regione, impostando un vero e proprio filtro. Ecco perché se ci si sposta in Francia con un account Netflix italiano, dopo alcuni giorni non si ha più la possibilità di accedere ai contenuti del catalogo tricolore, che verranno prontamente sostituiti con quelli francesi. I motivi del geoblocking, comunque, vanno ben al di là della questione dei diritti televisivi: c’è anche un discorso riguardante le politiche dei prezzi (diversi per paese) e altre questioni complesse che impediscono una visione “globale” dei contenuti.

Come aggirare il blocco dei contenuti con una VPN

Per fortuna esistono soluzioni che permettono a chiunque di eludere i blocchi geografici. Anche a questo scopo torna utile una rete privata virtuale, che permette di navigare su internet utilizzando un IP diverso dal proprio (il quale viene appunto mascherato da un altro indirizzo). Puoi ad esempio utilizzare una VPN sul tuo iPhone o iPad per poter cambiare IP, aggirando così il blocco geografico delle piattaforme streaming, e goderti i tuoi contenuti preferiti ovunque tu vada, senza limitazioni e in piena sicurezza. Scegliendo infatti un indirizzo IP appartenente a un’altra nazione è possibile accedere a un catalogo di contenuti diversi e questo implica una scelta molto più ampia. Come funzionano in pratica le VPN? Niente di complicato: ci si registra al servizio, si scarica il software o l’app ufficiale, si procede con un accesso e si seleziona il server di un dato paese. Per fare un esempio, se desideri accedere ai contenuti americani di Amazon Prime Video, che sono diversi da quelli presenti sul catalogo italiano, ti basta selezionare un server dislocato negli Stati Uniti e iniziare la navigazione con l’IP di quel paese.

A parole forse sembra più complicato di quanto in realtà non sia: chiunque oggi può vedere i contenuti video in streaming senza limitazioni, basta solo avere una VPN.

Recommended For You

About the Author: PrM 1