Verona. Sorpreso con la droga: arrestato dalla Squadra Mobile 43enne pregiudicato - Ilmetropolitano.it

Verona. Sorpreso con la droga: arrestato dalla Squadra Mobile 43enne pregiudicato

Nella serata di ieri, 20 novembre, durante uno degli specifici servizi di contrasto al crimine diffuso ed, in particolare, allo spaccio di sostanze stupefacenti, effettuato dalla Squadra Mobile, è stato arrestato B. Y., cittadino tunisino, del ’77, pluripregiudicato anche per reati inerenti gli stupefacenti. Gli uomini della Squadra Mobile, a seguito di risultanze info-investigative, hanno individuato un appartamento occupato da un cittadino tunisino il quale riforniva giovani veronesi di dosi di cocaina. Pertanto, è stato predisposto un adeguato servizio di osservazione ed alle ore 19.55 di ieri, è stato notato un giovane suonare il campanello dell’abitazione attenzionata ed entrare nell’edificio. Attesa l’apertura della porta da parte del tunisino, il personale della Squadra Mobile, opportunamente disposto nelle vicinanze, ha fatto irruzione all’interno del predetto appartamento. Ha così immediatamente proceduto ad effettuare una perquisizione locale che ha permesso di rinvenire n.12 involucri, contenti della sostanza in polvere bianca, risultata essere cocaina avente un peso complessivo lordo di oltre gr.4,80 – ed il peso cadauna lordo di circa 0,40, del materiale per il confezionamento e 550 euro in banconote di diverso taglio, ritenute provento dello spaccio. Alla luce di quanto sopra lo straniero è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” e ristretto nelle locali celle di sicurezza, così come disposto dall’ Autorità Giudiziaria competente, in attesa della celebrazione del rito direttissimo previsto per la mattinata odierna ed a seguito del quale è stato convalidato l’arresto e disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria tre volte a settimana.

 

fonte  — https://questure.poliziadistato.it/Verona/articolo/13845fbcbef00bd73526498218

Recommended For You

About the Author: PrM 1