Oxfam, "Il virus della disuguaglianza": accentuato il divario tra ricchi e poveri - Ilmetropolitano.it

Oxfam, “Il virus della disuguaglianza”: accentuato il divario tra ricchi e poveri

di Frantisek Krejci da Pixabay

11:28 – L’organizzazione non governativa Oxfam, nell’ultimo rapporto “Il virus della disuguaglianza”, ha fatto emergere le divergenze sempre più ampie che la crisi di Coronavirus ha accentuato, infatti mentre i poveri rischiano di riprendersi dall’emergenza economica in minimo 10 anni, i più ricchi del Pianeta, circa 1.000 persone, hanno avuto bisogno di soli 9 mesi per riprendersi dalle perdite. Nel rapporto viene evidenziato come le donne siano le più colpite dalla crisi di povertà del Coronavirus, mentre i 10 uomini più ricchi al Mondo hanno visto un aumento del loro patrimonio di 540 miliardi di dollari dall’inizio della pandemia. Scrive RAINEWS che “Il rapporto elabora i dati aggiornati sui patrimoni e sui redditi in arrivo da molte fonti confrontandoli tra loro. Quest’anno ha realizzato anche un sondaggio globale su 295 economisti in 79 paesi che rafforza le previsioni di un maggiore divario tra ricchi e poveri: l’87% degli intervistati si aspetta “un aumento” o “un significativo aumento” della disuguaglianza di reddito nel proprio Paese, a causa della pandemia. In assenza di un’azione adeguata e coerente da parte dei Governi, la Banca Mondiale prevede inoltre che entro il 2030 oltre mezzo miliardo di persone vivrà in povertà, con un reddito inferiore a 5,50 dollari al giorno.” I patrimoni dei miliardari sono aumentati con il riavvio dei mercati azionari, raggiungendo anche i 11.950 miliardi di dollari. Al contrario, la situazione dei poveri residenti in Paesi più vulnerabili pare essere più grave del previsto, date le condizioni già al limite in cui versava la popolazione, infatti i lavoratori non godevano di alcuna forma di protezione sociale, come l’indennità di malattia e i sussidi di disoccupazione, e con l’avvento della crisi dovuta al Coronavirus, hanno perso il posto di lavoro soprattutto le donne, rappresentanti oltre il 70% della forza lavoro impiegata in professioni sanitarie o lavori sociali e di cura. “Oxfam mette poi in risalto che il Covid uccide anche in modo disuguale. I brasiliani di ascendenza africana hanno il 40% di probabilità in più di morire di COVID-19 rispetto alla popolazione bianca; negli Stati Uniti, 22.000 cittadini afroamericani e latino-americani sarebbero ancora vivi se il loro tasso di mortalità fosse stato uguale a quello dei bianchi.” L’aumento della disuguaglianza tra ricchi e poveri è un grave effetto della pandemia, che potrebbe portare ad un numero di decessi superiore di quelli avvenuti per il Coronavirus. (cit. RAINEWS)

SM

Recommended For You

About the Author: Pr2