Imprese. Coldiretti Puglia: a rischio 540 enoteche - Ilmetropolitano.it

Imprese. Coldiretti Puglia: a rischio 540 enoteche

Muraglia: “Restrizioni covid discriminano settore”

(DIRE) Bari, 3 Feb. – “La chiusura anticipata alle 18 discrimina ingiustamente le oltre 540 enoteche presenti in Puglia, con il divieto di vendita con asporto ai bar senza cucina ed a coloro che esercitano prevalentemente il commercio al dettaglio di bevande che rischia di tradursi di fatto in una ingiustificata disparita’ di trattamento per la vendita di bevande alcoliche a discapito delle enoteche”. È quanto dichiara Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia. L’associazione evidenzia che “le enoteche hanno avuto negli ultimi anni una forte espansione offrendo opportunita’ di lavoro a molti giovani, sotto la spinta di nuovi modelli di consumo che valorizzano la ricerca della qualita’ e del legame con il territorio”. Una tendenza che va sostenuta ed incoraggiata nel rispetto delle norme di sicurezza. Il settore del vino – aggiunge Coldiretti Puglia – e’ gia’ tra i piu’ colpiti dagli effetti delle misure restrittive anti Covid con la chiusura della ristorazione dove viene commercializzato piu’ della meta’ in valore delle bottiglie stappate in Italia. “Si stima che il vino offra durante l’anno straordinarie opportunita’ di lavoro – prosegue Muraglia – tra quanti sono impegnati direttamente in vigne, cantine e nella distribuzione commerciale, ma anche in attivita’ connesse, di servizio e nell’indotto che si sono estese negli ambiti piu’ diversi”. “Grazie all’azione di Coldiretti sono state adottate varie misure finalizzate a dare liquidita’ ai produttori, ma servono anche sgravi contributivi, incentivi all’acquisto di vino e prodotti italiani e vanno finanziate e promosse altre misure incentivanti per sostenere il settore”, afferma Gianni Cantele, responsabile della Consulta Vitivinicola di Coldiretti Puglia. Gli effetti dell’emergenza Covid si ripercuotono sul mondo del vino che per la prima volta in 30 anni in Puglia registra una frenata anche dell’export con un calo dello 0,2% in valore nei primi sei mesi del 2020 con una storica inversione di tendenza, considerato che fino a marzo le esportazioni dei vini pugliesi segnavano +20% rispetto allo stesso periodo del 2019. (Com/Adp/Dire) 11:51 03-02-21

Recommended For You

About the Author: PrM 1