Conclusione dei Campionati Italiani Indoor Pararchery 2021, Reggio Calabria - Ilmetropolitano.it

Conclusione dei Campionati Italiani Indoor Pararchery 2021, Reggio Calabria

Nonostante il difficile momento che il mondo e l’Italia stanno attraversando, lo sport rimane una finestra di speranza e di voglia di rimettersi in gioco.

Si è concluso ieri al Palacalafiore di Reggio Calabria, il Campionato Italiano Indoor Pararchery 2021. Un campionato dai grandi contenuti tecnici quello organizzato dalla Asd Aida, con il supporto della Fitarco Calabria e del Cip Calabria, al Palacalafiore di Reggio Calabria.

Nella due giorni calabrese sono stati realizzati due primati mondiali ad opera di Daniele Cassiani nel W1 (580 punti sulle 60 frecce e 147 punti sui match a 15 frecce), oltre al record mondiale eguagliato da Maria Andrea Virgilio nelle 60 frecce compound (582 punti).

ARCO OLIMPICO – Arriva a quota 10 titoli italiani assoluti indoor la campionessa della Nazionale e delle Fiamme Azzurre Elisabetta Mijno. L’arciera piemontese riesce a confermare il tricolore dello scorso anno nel remake della finalissima giocata contro l’atleta di casa Enza Petrilli (Asd Aida) al termine di un match gestito con grande sicurezza e concluso sul 6-0. La Petrilli ha provato a reagire all’ottima media punti dell’avversaria, senza però riuscire a rientrare nel match, confermando quindi un ottimo argento assoluto.
Bronzo per Letizia Visintini (Arcieri Cormons) che supera 6-2 Veronica Floreno (Dyamond Archery Palermo).
Nel maschile, invece, finale inedita che premia col primo titolo assoluto l’atleta piemontese Diego Garavaglia (Arcieri Cameri) che riesce ad avere la meglio dopo la freccia di spareggio su Giuseppe Verzini (Arcieri Cormons): il match si conclude sul 6-5 (9*-9), con il 9 di Garavaglia che è più vicino al centro rispetto al 9 dell’atleta friulano.
La medaglia di bronzo la conquista invece Stefano Travisani (Fiamme Azzurre) superando 6-4 Alessandro Erario (Arcieri dello Jonio).

ARCO COMPOUND – La trapanese Maria Andrea Virgilio (Dyamond Archery Palermo) conquista il suo secondo tricolore assoluto indoor compound dopo quello del 2019. L’azzurra riesce a battere la compagna di Nazionale e campionessa uscente Giulia Pesci (Arcieri Ardivestra) vincendo 145-142 la sfida finale. Bronzo per Eleonora Sarti (Fiamme Azzurre).
Nel maschile si ripropone, con lo stesso risultato, la sfida tra gli azzurri Paolo Cancelli (Arcieri dlf Voghera) e Alberto Simonelli (Fiamme Azzurre). La sfida tra i due atleta lombardi, contraddistinta da una grande equilibrio, si risolve dopo lo shoot-off: al termine delle 5 volée il risultato è fermo sul 145-145, ma la freccia di spareggio di Cancelli impatta sul 10, mentre quella di Simonelli sul 9, consegnando il terzo tricolore, secondo consecutivo, a Cancelli.
Bronzo per Matteo Bonacina (Arcieri delle Alpi) vincente su Paolo De Venuto (Frecce Azzurre) per 142-139.

W1 – La sfida per l’oro W1 si conclude col titolo italiano a Daniele Cassiani (Arcieri della Signoria), il secondo dopo quello del 2013. L’atleta di Prato conclude alla grande il suo campionato dopo i due primati mondiali e il titolo di classe ottenuti sabato, vincendo la finale contro il compagno di Nazionale e campione uscente Salvatore Demetrico (Dyamond Archery Palermo) vincendo la finalissima 145-144.
Bronzo per Fabio Azzolini (Arcieri Orione) che ha la meglio su Francesco Tomaselli (Arcieri dello Jonio) per 131-126.

VISUALLY IMPAIRED 2/3 – La sfida per l’oro nella categoria dei non vedenti porta al secondo tricolore assoluto il vicecampione mondiale Giovanni Maria Vaccaro (Dyamond Archery Palermo) che batte in finale 6-2 Elisa Soracase (Arcieri del Piave).

Un grande plauso a tutti gli atleti che hanno fatto sognare gli appassionati che li hanno seguiti in streaming.

Recommended For You

About the Author: PrM 1