Un Boeing 737 costretto ad ammarare alle Hawaii - Ilmetropolitano.it

Un Boeing 737 costretto ad ammarare alle Hawaii

Un aereo cargo Boeing 737 utilizzato per le rotte dalla compagnia Transair è stato costretto ad effettuare un atterraggio di emergenza nelle acque al largo di Honolulu durante la notte tra giovedì e venerdì dopo un problema al motore. Lo ha confermato venerdì la Federal Aviation Administration, (FAA). I due piloti sono stati prelevati dalla guardia costiera. Il portavoce della Guardia Costiera Matthew West ha dichiarato alla CNN che uno dei piloti è stato salvato da un elicottero della Guardia Costiera e l’altro da un elicottero dei vigili del fuoco. Entrambi sono stati portati all’ospedale di Honolulu per essere curati. Secondo la FAA, i piloti hanno riferito di avere un problema al motore e stavano tentando di tornare a Honolulu quando sono stati costretti a far ammarare l’aereo intorno all’1:30 ora locale (13:30 HB). L’aereo è un 737 Classic che è stato prodotto almeno 33 anni fa, secondo una fonte che ha familiarità con la questione. Boeing “è a conoscenza delle informazioni provenienti da Honolulu, Hawaii, e sta monitorando da vicino la situazione”, ha affermato un portavoce del produttore. La società afferma di essere in contatto con il National Transportation and Safety Board (NTSB) degli Stati Uniti, l’agenzia che indaga sugli incidenti di trasporto, e sta raccogliendo le informazioni disponibili. La FAA e l’NTSB condurranno ciascuna le proprie indagini. Questo incidente ricorda l’atterraggio di emergenza di un Airbus A320 sull’Hudson, a nord di New York, nel gennaio 2009. Dopo la perdita dei suoi due reattori colpiti da uno stormo di oche selvatiche e mentre la torre di controllo gli consigliava di atterrare in un vicino aeroporto, il pilota Chesley Sullenberger aveva deciso di atterrare sul fiume, salvando la vita a 155 passeggeri e membri dell’equipaggio.L’attuale ammiraglia di Boeing 737 MAX, lanciato nel 2017, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ha subito due incidenti ravvicinati nel 2018 e nel 2019 che hanno ucciso 346 persone, in parte a causa di un difetto nel software di controllo del volo MCAS. È stato messo a terra per venti mesi prima di essere autorizzato a volare alla fine del 2020.

c.s. –  Sportello dei Diritti

banner

Recommended For You

About the Author: PrM 1