La Cassazione assolve definitivamente Gianni Alemanno dall'accusa di corruzione - Ilmetropolitano.it

La Cassazione assolve definitivamente Gianni Alemanno dall’accusa di corruzione

“Devo ringraziare poche persone che mi sono rimaste fedeli in questi 7 anni. Ma innanzitutto devo ringraziare Silvia del suo amore, del suo coraggio e della sua pazienza”, con queste parole Gianni Alemanno, ex sindaco di Roma commenta, sulla sua pagina Facebook ufficiale, la sentenza della Cassazione che lo assolve per le vicende di corruzione in cui era stato coinvolto in uno dei procedimenti di Mafia Capitale. I giudici hanno annullato senza rinvio le accuse per corruzione ed hanno inoltre deciso di far svolgere un nuovo processo di appello per rideterminare la pena, riqualificando il reato in traffico di influenze, per la vicenda dello sblocco dei pagamenti di Eur Spa (cit ADN Kronos). Gianni Alemanno ha rischiato  una condanna a 6 anni e l’interdizione dai pubblici uffici ed ha dovuto sopportare per anni anche pesanti attacchi mediatici ed una macchina del fango che lo ha spesso diffamato. Adesso come lui stesso ha dichiarato:  “Finisce un incubo durato sette anni”.  Importante, in questo caso, è che sia stato smontato il teorema assuntivo del “NON POTEVA NON SAPERE. Il mondo politico della destra gioisce per questa importantissima svolta giudiziaria e per la fine della gogna mediatica a cui è stato ingiustamente sottoposto in questi anni Gianni Alemanno.
Fabrizio Pace

banner

Recommended For You

About the Author: Fabrizio Pace

Fabrizio Pace is a journalist, editor of www.ilmetropolitano.it.