Bollette: Fipac Confesercenti, stangata per i pensionati soli, con aumenti di gas ed energia le utenze di base arrivano a costare 1.300 euro l’anno - Ilmetropolitano.it

Bollette: Fipac Confesercenti, stangata per i pensionati soli, con aumenti di gas ed energia le utenze di base arrivano a costare 1.300 euro l’anno

In bollette il 7,5% del reddito netto annuale dei 4,4 milioni di pensionati italiani che vivono da soli. Il Presidente Ferrari: “situazione insostenibile, essenziale recuperare il potere d’acquisto delle pensioni”

Il rincaro delle bollette stanga i pensionati soli. Nel terzo trimestre del 2021 le tariffe dell’elettricità e del gas crescono rispettivamente del +9,9% e del +15,3% rispetto allo scorso anno. Un aumento netto di oltre 140 euro che porta il totale pagato per le utenze di base da un pensionato medio a superare quota 1.300 euro all’anno.

A lanciare l’allarme è la giunta nazionale di Fipac, la Federazione che riunisce i pensionati Confesercenti, guidata dal Presidente Nazionale Sergio Ferrari e dal Coordinatore Nazionale Fernando Trotta.

L’incremento delle tariffe di luce e gas di questa estate arriva dopo quello del servizio idrico, che già nel 2020 aveva registrato un rincaro del 2,8% rispetto al 2019. Resta pressocché invariata, invece, la spesa per i rifiuti solidi urbani, anche se con forti oscillazioni territoriali.

L’aumento delle tariffe, ovviamente, riguarda tutti gli utenti, ma il suo peso è decisamente maggiore per chi può contare solo su un singolo reddito da pensione. Se l’insieme delle quattro tariffe di base dell’utenza domestica – luce, gas, acqua e rifiuti – arriva a pesare circa il 5,8% sui bilanci di una famiglia di tre membri con due lavoratori dipendenti, infatti, per i pensionati soli l’incidenza delle utenze arriva al 7,5% del reddito netto annuale.

Un peso insostenibile soprattutto per i circa 4,4 milioni di pensionati italiani che vivono da soli”, spiega Sergio Ferrari, Presidente di Fipac Confesercenti. “È essenziale recuperare il potere di acquisto delle pensioni, non più adeguato al costo della vita come è dimostrato dai provvedimenti sulle bollette di luce, gas e servizi, fuori da ogni parametro di sostenibilità per milioni di pensionati. Questo è il primo impegno della Fipac, assolutamente prioritario”.

DI SEGUITO LE TABELLE

Spesa media annua per tariffe e peso sui bilanci familiari

 

famiglia

pensionato

3 componenti (*)

> 65 anni (**)

fornitura energetica elettrica

573

340

fornitura gas naturale

1067

685

servizio raccolta smaltimento rifiuti

320

148

servizio idrico integrato

328

130

totale

2.288

1.303

reddito netto/pensione

39.495

17.362

peso delle tariffe

5,8%

7,5%

Nota: (*) totale calcolato dall’Ufficio Economico Confesercenti prendendo in considerazione una famiglia di 3 persone con abitazione di 100mq, consumo acqua 150m3/anno, consumo energia elettrica 2.700kwh e potenza di 3kw, consumo gas 1400 mc/anno; (**) totale calcolato su famiglia di un componente con abitazione di 50mq, consumo acqua 80mc, consumo energia elettrica 1600kwh e potenza 3kw, consumo gas 900 mc/anno. Fonte: Stime Confesercenti su dati Istat, ARERA, Cittadinanza Attiva

Incidenza delle imposte su gas ed energia

Variazioni tendenziali medie della spesa per un utente domestico tipo in maggior tutela

 

2020

2021

I trim

II trim

III trim

IV trim

I trim

II trim

III trim

Energia elettrica

-5,4%

-18,3%

3,3%

15,6%

4,5%

3,8%

9,9%

Gas naturale

0,8%

-13,5%

-6,7%

11,4%

5,3%

3,9%

15,7%

Fonte: ARERA

Comunicato Stampa – Confesercenti

Recommended For You

About the Author: PrM 1