"Ciliege e bombe" il nuovo libro di Emanuela Nava - Ilmetropolitano.it

“Ciliege e bombe” il nuovo libro di Emanuela Nava

Cosa succede quando la guerra travolge una nazione: rendendo orfani tanti bimbi e bimbe? Lo racconta in Ciliegie e Bombe (pag. 128, € 7,90, Giunti Editore) Emanuela Nava. Una lunga esperienza in giro per il mondo, principalmente in Africa. Ha scritto numerosi libri per l’infanzia. In tutti predomina l’attenzione all’altro. Ciliege e bombe (età di riferimento otto anni ma bello da leggere a tutte le età) è la storia di un bambino reso orfano dalle guerre che hanno insanguinato la ex Jugoslavia. Così si presenta: “Io tengo per la Juve. Mi chiamo Dragan”. In Italia, alla ricerca di una nuova famiglia, narra la propria vita sotto le bombe: con i genitori sempre nel cuore. La voglia di scrivere lo fa sentire “leggero come un gabbiano che si fa portare dal vento”. Con Dragan altri bambini e bambine; come lui in attesa di una famiglia. Compila un decalogo per i nuovi genitori: dovrebbero avere altri figli; fargli indossare la maglia della Juventus; coccolarlo e baciarlo. Sogna un mondo alla rovescia con i grandi che fanno i compiti e i bambini i maestri. Gli viene spiegato che gli aspiranti genitori devono essere valutati dai giudici del Tribunale dei Minori: più severi degli insegnanti di aritmetica. Infine, incontra Emilio. Un camionista: non può ottenere un bimbo perché non è sposato e vive quasi sempre fuori casa. Emilio racconta a Dragan i propri viaggi: Abu Dhabi, Yemen, Gibuti. Vanno assieme al circo dove vi sono artisti e artiste di tutto il mondo. Un incontro entusiasmante per Dragan. Troverà una nuova famiglia? Chissà! Intanto, si addormenta felice con accanto l’orso e il carillon: dopo aver annotato sul diario quanto accaduto.

Tonino Nocera

Recommended For You

About the Author: PrM 1