Lavoro. Gelmini: No a salario minimo ma ridurre cuneo fiscale - Ilmetropolitano.it

Lavoro. Gelmini: No a salario minimo ma ridurre cuneo fiscale

(DIRE) Roma, 29 Set. – “Il problema di questo Paese non è il salario minimo, come vorrebbe far credere la sinistra, impegnata ad inseguire il Movimento 5 Stelle. Il problema è alzare gli stipendi netti, riducendo le tasse sul lavoro, con interventi sul cuneo fiscale e contributivo. E a riprova di ciò basta una semplice considerazione statistica: in Italia l’85 per cento dei lavoratori è ‘coperta’ dai contratti collettivi, che assicurano ovviamente dei minimi tabellari, poi recepiti regolarmente dalla giurisprudenza”. Lo ha detto Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari regionali e le autonomie, a Isernia, conversando con i giornalisti a margine di un evento elettorale. “Dunque- ha aggiunto- non si capisce dove sia questa emergenza: il problema invece è diminuire il costo del lavoro per le aziende e assicurare una busta paga più pesante per i lavoratori. Anche perché il salario minimo rischia di essere controproducente: gli unici risultati concreti sarebbero infatti più lavoro nero, più costi per le aziende, minore crescita ed una forte ed ulteriore penalizzazione per il Sud”. “Per un liberale- conclude Gelmini- l’imposizione di un salario fisso minimo per legge è una violazione della libertà contrattuale poiché si regola un ambito che dovrebbe essere lasciato alla libera iniziativa delle parti”. Lo ha detto Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari regionali e le autonomie, a Isernia, conversando con i giornalisti a margine di un evento elettorale. (Com/Pol/ Dire) 18:02 29-09-21

Recommended For You

About the Author: PrM 1