Brasile. Cresce il fotovoltaico, anche a causa del caro bollette - Ilmetropolitano.it

Brasile. Cresce il fotovoltaico, anche a causa del caro bollette

(DIRE) San Paolo (Brasile), 7 Ott. – Rispetto allo stesso periodo del 2020, quest’anno il numero di pannelli solari installati in Brasile in abitazioni e stabilimenti commerciali e industriali è cresciuto del 50 per cento per quanto riguarda la quota di produzione dell’energia. A indicarlo i dati dell’Instituto Nacional de Energia Limpa (Inel).
A fine 2020 i sistemi di generazione distribuita a energia solare poteva contare su 517mila unità partecipanti, l’equivalente di cinque gigawatt (Gw). Adesso invece, questo numero è passato a 781mila unità, ovvero 7,1 Gw erogati.
Alla fine di settembre, il numero delle nuove connessioni ha oltrepassato il totale di quelle effettuate nell’anno precedente.
In tutto il 2020 infatti sono state fatte 212.435 nuove connessioni di generazione diffusa, mentre nell’anno in corso sono già 221.880. Stando ai dati di Inel, la crescita è direttamente collegata all’aumento del costo delle bollette dell’elettricità, trainato principalmente dall’aumento delle fasce tariffarie a seguito della crisi idrica. L’istituto, in partnership con l’Associação Brasileira de Geração Distribuída (Abgd), ha segnalato che l’implementazione di dieci gigawatt di generazione distribuita entro i prossimi due anni contribuirà per circa il 20% al ripristino del livello di accumulo di energia dai serbatoi delle centrali idroelettriche.
In un’intervista pubblicata dall’emittente Cnn Brasile, il presidente di Inel, Heber Galarce, ha affermato che investire nel sistema di captazione dell’energia solare (i pannelli fotovoltaici), oltre a esser vantaggioso per il consumatore, contribuisce anche a mitigare gli effetti del riscaldamento globale.
“Il ritorno sull’investimento degli impianti fotovoltaici nelle abitazioni oggi sfiora i quattro anni”, ha detto Galarce.
“Se finanziato, normalmente la quota di finanziamento è inferiore al risparmio in bolletta elettrica. I brasiliani non hanno bisogno di prendere soldi dalle loro tasche per generare la propria energia”.
Lo Stato di Minas Gerais è il primo per numero di connessioni, con 158.786, seguito da quello di San Paolo, con 111.460, e dal Rio Grande do Sul, con 98.644. Tutti e tre gli Stati si trovano nel sud del Paese.
Con generazione distribuita si intende una produzione di energia elettrica decentralizzata, costituita da una rete di piccole unità elettriche di autoproduzione. (Jom/ Dire) 19:10 07-10-21

Recommended For You

About the Author: PrM 1