Antonella Postorino membro della Architectural Education Commission dell’UIA - International Union of Architects - Ilmetropolitano.it

Antonella Postorino membro della Architectural Education Commission dell’UIA – International Union of Architects

di Fabrizio Pace –  Circola già da qualche giorno la notizia della nomina di Antonella Postorino, architetto, docente e giornalista reggina, quale membro della Architectural Education Commission dell’Unione Internazionale degli Architetti. Un incarico prestigioso conferito in seguito alla candidatura sottoposta all’attenzione dell’ufficio di presidenza dell’organo internazionale, presieduto dal messicano Jose Luis Cortés, attraverso il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC), Sezione Membro dell’UIA. L’International Union of Architects è un’organizzazione non governativa riconosciuta dall’UNESCO come l’unica operante, nel settore architettura, a livello internazionale.

Fondata a Losanna, il 28 giugno del 1948, per unire gli architetti di tutto il mondo, senza distinzione di nazionalità, razza, religione o cultura architettonica, all’atto della sua fondazione era composta dalle delegazioni di 27 paesi. Nel tempo, l’UIA è diventata un’organizzazione di fama mondiale, riunendo ad oggi le organizzazioni professionali di ben 116 paesi, per mezzo delle quali, rappresenta oltre un milione di architetti nel mondo.

L’Azione dell’UIA si concretizza nella creazione di rapporti di solidarietà, di condivisione delle esperienze, di ampliamento delle conoscenze, di arricchimento delle diversità, in modo da essere sempre più in grado di contribuire al miglioramento delle condizioni di vita degli uomini e dell’ambiente.

La struttura dell’UIA è rappresentata dai territori, geograficamente raggruppati in 5 regioni: Europa Occidentale (I); Europa Orientale e Medio Oriente (II); Le Americhe (III); Asia e Oceania (IV) e Africa (V), che operano attraverso la partecipazione ai lavori di quattro commissioni: International Competitions Commission, Architectural Education Commission, Professional Practice Commission, Sustainable Development Goals Commission.

L’International Union of Architects, oltre ad intrattenere rapporti con le grandi istituzioni inter-governative, è un network professionale che attraverso le attività delle sue commissioni, funge da piattaforma per la divulgazione e condivisione della conoscenza, stimolando la creazione di soluzioni innovative e collaborative, ponendo particolare attenzione alle problematiche dello sviluppo sostenibile

Nello specifico, l’Architectural Education Commission, in coerenza con quanto sottoscritto nella Carta UNESCO-UIA per l’Educazione all’Architettura (1996), ha per obiettivo garantire che i giovani architetti ricevano una formazione che li prepari in maniera adeguata ad affrontare le sfide professionali, sociali e culturali della professione globalizzata.

Non è la prima volta che Antonella Postorino riveste un incarico di questa portata, basti pensare alla sua nomina nel 2009 a membro della Commissione Nazionale di Vigilanza sulle Risorse Idriche (CoNViRI) presso il Ministero della Transizione Ecologica a Roma, esperienza che la vide “prima e unica commissaria donna” di un organo operante dal 1996 al 2012. Non meno importanti gli incarichi alla Regione Calabria nell’ambito dei Progetti Integrati di Sviluppo Locale (PISL) e quelli presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria dove per oltre dieci anni ha coordinato le attività Laboratorio Regionale di Ricerca Scientifica applicata ai Centri Storici (LaboReg). Inoltre, e non da meno, anche noi ci fregiano, dal 2014, della sua collaborazione con la redazione della nostra testata.

Questo nuovo incarico presso l’UIA, vedrà la Postorino impegnata in un settore che professionalmente la investe sia come architetto, che come docente e ricercatore, pertanto auspichiamo in un percorso produttivo e siamo certi che Reggio godrà del privilegio di essere rappresentata, su scala internazionale, da una professionista che ha sempre dimostrato amore per la sua terra e grande sensibilità per il futuro delle generazioni che verranno.

Recommended For You

About the Author: Fabrizio Pace

Fabrizio Pace is a journalist, editor of www.ilmetropolitano.it.