L'attrice e cantante Giorgia Fiori al rientro da Sanremo: "Il cinema la mia priorità, ma la musica il mio primo amore" - Ilmetropolitano.it

L’attrice e cantante Giorgia Fiori al rientro da Sanremo: “Il cinema la mia priorità, ma la musica il mio primo amore”

foto di Davide Vignes

di Sonia Polimeni – Oggi conosceremo l’attrice e cantante Giorgia Fiori. Una vita spesa tra il cinema e la musica. La sua carriera inizia nel 2014, quando debutta nel mondo cinematografico come figurazione speciale nel film “Mio papà” di Giulio Base, l’anno successivo partecipa con una performance canora al “Portico di Padre Brown” con Vincenzo Bocciarelli e nel 2016 compone la sua prima canzone “Mentirei”. Nel 2017 recita come co-protagonista in diversi cortometraggi, webserie e film. E’ da poco rientrata dal Festival di Sanremo, dove è stata scelta come una delle rappresentanti della musica dance in Italia, alla prima edizione del contest “Casa Sanremo – THE CLUB”.

S. Giorgia la tua, una carriera di attrice e di cantante, in quale veste ti senti più a tuo agio?

G. Credo che una completi l’altra. Non mi piace pensare che noi possiamo essere solo una cosa. Nasco professionalmente come attrice ed è ciò che mi auguro sarà il lavoro della mia vita, ma la musica c’è sempre stata sin da quando ero bambina. Il cinema è la mia priorità, ma credo che scoprire lati di noi stessi che possano arricchire il nostro lavoro sia solo un bene. Quindi ben venga un attore che sa anche comunicare attraverso la musica, che sa intrattenere, che sa condurre un programma tv, ecc… L’attore è un mestiere coraggioso che porta ad esporci quotidianamente con le nostre emozioni e che ci mette alla prova con noi stessi. Facciamone tesoro.

S. Come ti sei avvicinata a questi 2 mondi?

G. Ho avuto la fortuna di nascere in una famiglia, se pur divisa, appassionata d’arte da sempre: da parte materna sono stata avvicinata molto al cinema, alla televisione, al teatro, l’opera.. mi ricordo quando guardavo le fiction con mia nonna e le promettevo che un giorno avrebbe visto me su quello schermo… e spero di farcela con tutta me stessa, nonostante lei mi guarderà dal cielo ❤ Da parte paterna sono entrata in contatto con la musica da molto piccola, avendo musicisti in famiglia… già a 3 anni suonavo la batteria ed era chiaro che non sarei stata una bambina molto silenziosa ahahah. Meglio ricchi di cultura che di denaro!

S. Come attrice qual è il ruolo che hai interpretato che hai preferito di più in assoluto?

G. Amo affrontare personaggi diversi e distanti dalla mia persona. Non a caso uno di quelli che ho preferito interpretare è stato quello di Elena, una ragazza “rigida, ma trasgressiva” appartenente inconsciamente ad un giro di droga più grande di lei, ma non posso svelarvi molto perché fa parte di una serie in prossima uscita chiamata “La fragilità delle membra” di Giovanni Antonio Citeroni. Lavorare con lui è stata un’esperienza speciale.

S. Come cantante perchè ti fai identificare col nome di Gladiah?

G. Gladiah rappresenta una donna che ha lottato per essere qui oggi e ci è riuscita. Da attrice, il nome prende sicuramente ispirazione dal mio film preferito “il gladiatore” e dallo strumento di combattimento il gladio (nulla a cui vedere con riferimenti politici). Simbolicamente sono stata sottoposta a diverse battaglie con la vita in passato e, ad oggi, sono qui a parlarvene da vincitrice. Per questo ho deciso di dedicare la mia vita a questo lavoro, perché mi ha salvato. Ho deciso di usarlo in ambito musicale perché si pensava non sarei più riuscita neanche a cantare e invece eccomi qua!

S. Giorgia sei reduce dalla più importante kermesse italiana della musica…Sanremo, raccontaci la tua esperienza. Qual è stato il momento più emozionante?

G. Beh.. Sanremo è per i cantanti quello che Venezia è per gli attori: un traguardo importantissimo! Io ho avuto la fortuna di partecipare come protagonista ad entrambi in questo ultimo anno e ancora non ci credo! L’atmosfera di Sanremo è stata del tutto nuova per me. Sono stata scelta come una delle rappresentanti della musica dance in Italia, alla prima edizione del contest “Casa Sanremo – THE CLUB” in quanto si è riscontrato un bel successo con l’uscita del mio primo inedito “Apatia” la scorsa estate, inserito nella compilation ufficiale “Hit mania dance estate 2021”! Durante la performance, avvenuta poco prima dell’inizio della finale del festival, ho presentato in anteprima il mio nuovo singolo “ego-insta”, in prossima uscita con l’etichetta SMILAX publishing. È stato per me un grande onore e ci tengo davvero a ringraziare tutti coloro che hanno creduto in me e che mi hanno permesso di essere a Casa Sanremo quest’anno! Hanno contribuito a rendere speciale questa esperienza anche i brand che hanno avuto il piacere di vestirmi per questo evento, con la supervisione della giovane stylist Alice Ciccarelli: nello specifico “Firminacustom Custom”, “Francesca Piampiani”, “Sleep No More”, “HABERI Haute Couture”.

S. Che ne pensi dei talent?

foto di Cosimo Stassano

G. Mi viene in mente di paragonare i talent un po’ ai social… nel senso che, se ben sfruttati, possono offrire molto. Ad oggi danno molte possibilità a ragazzi giovanissimi che hanno voglia di emergere, ma a volte credo che avvenga tutto in modo troppo veloce infatti dopo un certo periodo tendono a scomparire come meteore. Ad oggi si da meno peso ai contenuti probabilmente, ma sono quelli che determinano la valenza delle persone e, in questo caso, degli artisti, nel tempo. Molta importanza alle tendenze, alle “stranezze”, alle provocazioni… però ci vuole molto di più, secondo me, per fare la differenza.

S. Progetti futuri?

G. Per fortuna i progetti non mancano mai! Ho sempre voglia di fare e di sperimentare nuove cose. Ad esempio, in ambito musicale sono già in contatto con un importante produttore, di cui non posso svelarvi ancora l’identità, con cui stiamo finalizzando il prossimo singolo. In ambito cinematografico ho intenzione di produrre un mio cortometraggio, ideato in collaborazione con Francesco che ringrazierò a vita per avermi supportato in tutto quello che sto cercando di realizzare, che tratta di una tematica sociale a cui tengo molto. Spero di realizzarlo quanto prima. Ovviamente nel frattempo mi auguro di ritornare a lavorare in qualche set importante, magari come ruolo principale! Inoltre sono iniziate diverse collaborazioni in ambito fashion che mi vedranno presente all’interno di Magazine di moda di un certo calibro. La mia immagine sarà curata dal team di Valeria Orlando, ideatrice del brand make-up VOR.

immagine di copertina ph. Cosimo Stassano

banner

Recommended For You

About the Author: PrM 1