Moto. FMI: la corsa è vintage, nasce il CIV Classic - Ilmetropolitano.it

Moto. FMI: la corsa è vintage, nasce il CIV Classic

Nel 2022 6 appuntamenti per ognuna delle 16 classi previste

Foto di Shutter_Speed by Pixabay

(DIRE) Roma, 15 Mar. – Nel 2014 il Consiglio Federale incaricava il Comitato Epoca di dare nuovo smalto alle competizioni per le “moto d’epoca”. Nel 2017 terminava la prima parte del Progetto e nascevano i Meeting in Pista FMI. Nel 2022 l’operazione si completa, con la creazione della nuova serie CIV Classic. “Una scelta che risponde a logiche precise – commenta Giovanni Copioli, Presidente della Federazione Motociclistica Italiana – Si aggiunge infatti un altro elemento alla “famiglia” CIV, l’attività di velocità in pista più importante gestita direttamente dalla FMI, confermando e rinnovando una risposta concreta e professionale alla richiesta di molti piloti di continuare a mettersi in gioco, indipendentemente dal tipo di moto usata, dall’età dei mezzi e di chi le usa. CIV Classic vuole essere la dimostrazione che l’innovazione nella tradizione sia la scelta migliore per affrontare il futuro”. CIV Classic 2022 prevede 6 appuntamenti per ognuna delle 16 classi previste (accorpate in 10 partenze, quando l’omogeneità delle rispettive prestazioni lo consente). Le moto utilizzate devono avere almeno 20 anni di età ed essere iscritte al Registro Storico FMI (nella maggior parte dei casi, salvo alcune eccezioni, per avere una certificazione ufficiale della loro rispondenza alle caratteristiche dell’epoca di riferimento). Il gruppo più consistente comprende mezzi degli anni ’80 e ’90, che esprimono ancora prestazioni elevate e che richiedono capacità di guida di alto livello.

I piloti ammessi hanno un’età da 18 (14, in una classe) a 75 anni, anche se prendono punti per il Campionato solo gli Over 30, proprio per differenziare nettamente questi appuntamenti da quelli per moto “moderne”. Tra le classi più coinvolgenti va citato il Campionato 2T Italian GP, unico in Italia per moto 2 tempi, 125 e 250, pietre miliari nella storia delle competizioni; il Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance, che ricorda le celebri gare di durata Anni ’70, dove gareggiano le moderne V7 750 e V7 850, in un mix esclusivo di tradizione sportiva ed attualità dei mezzi; il Trofeo Lightwin, ora ufficiale dopo una fase sperimentale, vera e propria “palestra” per dare sfogo alla passione dei preparatori. Diverse le novità di CIV Classic 2022, rispetto ai precedenti Meeting FMI: -Si gareggia anche al Cremona Circuit, mai utilizzato fino ad ora per le gare più importanti; -Entra in calendario la pista del Mugello. Al momento solo per il Trofeo Moto Guzzi, dove si prevedono iscrizioni molto numerose e sono quindi necessarie piste di grande capienza, che nel 2022 saranno Vallelunga, Cremona e Misano; -Esordisce la gara in “notturna” per il Trofeo Fast Endurance, a Misano, recuperando così una delle caratteristiche più famose ed entusiasmanti delle gare di durata. Il Calendario del CIV Classic 2022 prevede 6 appuntamenti: -14 e 15 Maggio, Vallelunga. Appuntamento doppio; -12 Giugno, Varano de’ Melegari; -17 Luglio, Cremona Circuit; -28 Agosto, Mugello, solo Trofeo Fast Endurance; -18 Settembre, Magione; -15 e 16 Ottobre, Misano (15/10 solo Fast Endurance, con gara in notturna da 90 minuti). (Com/Res/ Dire) 11:09 15-03-22

banner

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano