Covid. Speranza: Guerra si è sovrapposta a pandemia che è ancora in corso - Ilmetropolitano.it

Covid. Speranza: Guerra si è sovrapposta a pandemia che è ancora in corso

(DIRE) Roma, 30 Mar. – “Siamo in una fase in cui, dopo due anni difficilissimi, alla pandemia si è sovrapposta la guerra. E attenzione, uso il termine ‘sovrapposta’ e non sostituita perché in una percezione più larga, in alcune occasioni, si ha la sensazione, almeno a guardare i media, che la guerra abbia preso il posto della pandemia. Purtroppo non è così”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, in occasione dell’evento ‘Valutazione dell’età dei minori stranieri non accompagnati: promuovere un approccio multidisciplinare e rispettoso dei diritti umani’, organizzato oggi a Roma dall’Istituto nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti e per il contrasto delle malattie della povertà (Inmp) e dal rappresentante speciale per le immigrazioni del segretariato generale del consiglio d’Europa.

“La pandemia è ancora in corso – ha proseguito Speranza – abbiamo strumenti molto diversi per poterla gestire in modo efficace, in una modalità differente rispetto a quella del passato, e le campagne di vaccinazione sono state uno straordinario risultato. Ma evidentemente c’è una sovrapposizione tra due crisi incredibili senza precedenti. E se a caratterizzare la prima crisi in questi due anni è stata una lotta dell’uomo contro il virus, che ha portato anche ad una incredibile solidarietà tra gli uomini, che in Paesi diversi si sono aiutati nelle diverse fasi di evoluzione delle curve pandemiche internazionali, con l’arrivo della guerra non è più l’uomo contro il virus, ma l’uomo contro l’uomo”. E questo, secondo il ministro, ci dà il “senso della durezza di questa seconda crisi drammatica a cui siamo assistendo. Siamo immersi dentro due eventi enormi, di portata planetaria, e si ha la necessità di tornare ai fondamentali dell’Umanesimo e all’idea di difesa della vita delle persone. Penso che queste idee di fondo abbiano profondamente a che fare con il Servizio sanitario nazionale, con la difesa del diritto alla salute e con i temi che stiamo affrontando anche questa mattina”. (Cds/ Dire) 11:45 30-03-22

banner

Recommended For You

About the Author: PrM 1