Imprese. Pagamenti nel quarto trimestre 2021: -6,8 ritardi gravi - Ilmetropolitano.it

Imprese. Pagamenti nel quarto trimestre 2021: -6,8 ritardi gravi

Studio di Cribis indica fra i più virtuosi i servizi finanziari

denaro soldi
foto di GNS

(DIRE) Bologna, 8 Apr. – La puntualità dei pagamenti delle imprese nell’ultimo trimestre del 2021 conferma il trend già registrato a Settembre con una ripresa economica in Italia delineata dalle Istituzioni e dagli Istituti di ricerca nonostante la coda lunga delle conseguenze della crisi pandemica per tutto il sistema Paese. A Dicembre 2021 i pagatori puntuali rappresentano il 38,5% del totale, mentre i pagamenti con oltre 30 giorni di ritardo raggiungono l’11%.

Si tratta dei migliori dati dallo scoppio della pandemia, è quanto emerge dallo Studio Pagamenti aggiornato al 31 Dicembre 2021 e realizzato da Cribis, società del gruppo Crif specializzata nella business information da cui emerge per le micro imprese una performance positiva con pagamenti alla scadenza per un 40% del totale e complessivamente meno ritardi gravi.

I ritardi gravi (oltre i 30 giorni) si attestano a -14% confrontando 4Q 2021 e Q4 2020, e -6,8% dal Q4 rispetto al trimestre precedente. “I dati relativi agli ultimi mesi dell’anno indicano un consolidamento della fase di ripresa cominciata nella prima parte del 2021- commenta in una nota Marco Preti, amministratore delegato di Cribis-.

L’impatto negativo dell’emergenza pandemica non si è ancora del tutto esaurito, ma si vedono chiaramente i segni di una ripresa, specie nella diminuzione dei pagamenti con ritardo grave, oltre i 30 giorni”. Cribis è in grado di delineare un quadro della situazione dei pagamenti anche per distribuzione geografica in Italia. Il Nord Est risulta l’area geografica più affidabile con il 46,3% di pagamenti regolari, mentre le imprese del Sud e le Isole mostrano un andamento più problematico con solo il 25,3%.

La Lombardia e l’Emilia-Romagna sono le regioni con la maggiore quota di pagamenti regolari (48,1% e 46,8%), mentre la Sicilia occupa l’ultima posizione del ranking regionale dei pagamenti puntuali con una quota pari al 21,1%.

Nei primi 10 posti delle province più virtuose ben sei sono lombarde con la provincia di Sondrio in testa, seguono Bergamo e Brescia. Tra le meno virtuose sei sono province siciliane, seguono le province di Calabria e Campania; regioni che fanno segnare un buon incremento pagamenti puntuali con una media del 23,9%, ma sempre in coda al ranking.

Milano si colloca al 43esimo posto fra i capoluoghi più virtuosi, dopo Venezia, al 40esimo e Udine al 30esimo, Napoli al 94esimo posto e Palermo al 106esimo posto a conferma del fatto che il Sud fatica la risalita. Per quanto riguarda i settori, lo Studio di Cribs indica fra i più virtuosi nei pagamenti i servizi finanziari con una percentuale del +50,8% dei pagamenti puntuali a fronte dell’all’8% dei ritardi gravi, bene anche il settore manufatturiero (+43,5%), con un numero in calo per quanto concerne i pagamenti con ritardi gravi che diminuiscono a quota 7,2%.

Fatica il commercio al dettaglio dove troviamo la concentrazione più bassa di pagamenti puntuali (solo il 27,6% delle imprese), rispetto agli altri settori. (Red/ Dire) 02:11 08-04-22

banner

Recommended For You

About the Author: Silvana Marrapodi