Viola, vittoria con dedica a Pasquale Vazzana - Ilmetropolitano.it

Viola, vittoria con dedica a Pasquale Vazzana

Al PalaCalafiore la Viola vince contro la Virtus Arechi Salerno e alimenta le proprie speranze playoff

basketballby HeungSoon from Pixabay

Tutti gli applausi, compresi quello commosso della società, sono per il compianto Pasquale Vazzana, molto molto di più di un custode del Palazzetto, vero e proprio motore del basket calabrese e presenza fissa accanto alla squadra, la cui dipartita avvenuta nella notte ha sconvolto i ragazzi di coach Bolignano e l’intera città di Reggio, nella quale era estremamente conosciuto e benvoluto. La Viola lo ha ricordato con uno striscione, offerto da Progetto 5, un messaggio prima dell’inizio della partita e un minuto di silenzio.

PRIMO QUARTO

La mano di Ingrosso va al cielo per ricordare Pasquale dopo aver insaccato la prima bomba per la squadra di casa. Frazione equilibrata che si conclude su 15/16.

SECONDO QUARTO
Difese ancora in grande spolvero nella seconda frazione ma una “pazzia meravigliosa” di Capitan Barrile sblocca gli equilibri con una tripla con la mano in faccia dalla lunghissima distanza. Salerno non è venuta in vacanza a Reggio e risponde colpo su colpo con le giocate dei suoi migliori uomini. La gara, all’intervallo
lungo, è sul 26 a 29.

TERZO QUARTO
Salerno parte bene con due difese forti e due belle penetrazioni dei suoi esterni ma la Viola risponde con una gran tripla di Duranti. L’equilibrio regna ancora sovrano e lo spezzano i campani con ottime difese e due bombe dall’angolo che li portano anche a +11. In 10 secondi peró,  Ingrosso segna due bombe dal medesimo angolo e fa rientrare i suoi. Completano l’opera il fromboliere Duranti e il 2+1 di Yande Fall per il 43-44 a 2 e mezzo dalla fine della frazione. I neroarancio mettono il muso avanti con Kekovic assistito da ingrosso su un taglio baseline. Salerno però non molla e riesce a chiudere il quarto in vantaggio. Il punteggio alla fine della frazione è 45 a 49.

QUARTO QUARTO
Alta tensione, gioco a sprazzi e percentuali basse. Si comincia così l’ultima frazione di gioco di una gara sul filo del rasoio. Kekovic non si sblocca da 3, ma da due non sbaglia e firma il sorpasso. Ingrosso allunga il divario dai 6,75. Incredibile la sua partita. Il salentino ha la mano calda e tiene la Viola avanti con le sue bombe. Il duo arbitrale si rende protagonista di fischi dubbi che consentono ai pur meritevoli ospiti di restare a galla. Ma arriva ancora  una bomba decisiva di Ingrosso a 30 secondi dalla fine. Bagarre finale con un antisportivo salernitano ancora non punito dal duo in grigio, un errore di Balic ai liberi su fallo tattico, nuca, tibia, gol. Proprio il tipo di falliche piacevano a Pasquale. Finali da lavagnetta scagliata. Finali da sale in Tribuna. La Viola vince, ed è per te, Imperatore.

banner

Recommended For You

About the Author: PrM 1