ONU: 22 migranti dal Mali muoiono in un naufragio al largo delle coste libiche - Ilmetropolitano.it

ONU: 22 migranti dal Mali muoiono in un naufragio al largo delle coste libiche

Ventidue migranti, tra cui tre bambini, tutti originari del Mali, sono morti in un naufragio al largo delle coste libiche, ha detto l’ONU, citando i sopravvissuti che hanno affermato che le persone sono annegate o sono morte per disidratazione.

Dopo nove giorni in mare su un gommone, 61 sopravvissuti, la maggior parte dei quali provenienti dal Mali, sono stati salvati dalla guardia costiera libica e portati a terra, ha affermato l’Organizzazione internazionale per le migrazioni. Il governo del Mali ha annunciato oggi, tra le preoccupazioni che una crisi di carestia derivante dalla guerra in Ucraina potrebbe aumentare notevolmente i tentativi di viaggiare in Europa.

I 22 morti facevano parte di un gruppo di 83 migranti che erano rimasti bloccati su una barca in pericolo dal 22 giugno, ha affermato il ministero degli Esteri del Mali in una nota. Ci sono stati “grandi aumenti” dei flussi migratori attraverso il Niger e il Mali verso il Nord Africa nel primo trimestre del 2022 rispetto agli anni precedenti, ha affermato un portavoce dell’OIM.

Il numero di migranti che hanno lasciato il Niger tra gennaio e aprile è stato superiore di oltre il 45% rispetto allo stesso periodo del 2021. Il numero di migranti che hanno lasciato il Mali è quasi raddoppiato nello stesso periodo.

Gli analisti citano l’impatto della pandemia di Covid-19 e l’impatto economico della guerra in Ucraina, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”,  come fattori trainanti. La Spagna, l’Italia, i suoi vicini meridionali e i funzionari dell’Unione europea sono sempre più preoccupati che una crisi alimentare esacerbata dall’interruzione delle esportazioni di grano dall’Ucraina possa innescare un caotico esodo dal Sahel e dall’Africa subsahariana.

c.s. – Giovanni D’Agata

banner

Recommended For You

About the Author: PrM 1