Sedici membri di un movimento giovanile di Anversa in ospedale in Italia a causa di un'intossicazione alimentare - Ilmetropolitano.it

Sedici membri di un movimento giovanile di Anversa in ospedale in Italia a causa di un’intossicazione alimentare

Sedici membri di un movimento giovanile di Anversa, Belgio, sono stati portati in ospedale dopo un pranzo  in un ristorante a Bergamo. E quanto riporta anche la stampa belga. E questo ancor prima di aver mangiato un solo boccone.

Domenica sera, intorno alle 19:45, nella via principale del centro storico di Bergamo sono state chiamate ben cinque ambulanze, polizia e Vigili del Fuoco. È stata la titolare del ristorante a chiamare i soccorsi. Dei trenta giovani presenti nell’istituto, tredici adolescenti di 13 e 14 anni e tre sorveglianti hanno improvvisamente accusato nausea. Una ragazza è persino svenuta.

E sono stati portati in ospedale. Secondo i media italiani, questi ultimi avevano tutti mangiato pesce durante un precedente pasto a Monza, dove risiede il gruppo. Alcuni di loro avevano anche sofferto di nausea durante il viaggio in autobus verso Bergamo. Gli sfortunati si sono poi ripresi e Lunedì mattina sono stati dimessi dall’ospedale.

Il gruppo, per quanto si apprende dovrebbe partire domani per il Belgio. Situazioni che si ripetono specialmente in questo particolare periodo dell’anno – rileva , Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” – nel quale le intossicazioni alimentari “di gruppo” sono dietro l’angolo.

La raccomandazione è, quindi, rivolta agli esercenti a prestar la massima attenzione alla qualità e “freschezza” dei cibi serviti, mentre alle autorità di vigilanza e sicurezza alimentare dislocate sul territorio nazionale ad esercitare le proprie prerogative e funzioni, verificando attraverso l’intensificazione di controlli a campione, il rispetto puntuale delle normative vigenti in materia.

c.s. – Giovanni D’Agata – Sportello dei Diritti

banner

Recommended For You

About the Author: PrM 1