Statua di Ercole di circa 2000 anni scoperta nel nord della Grecia - Ilmetropolitano.it

Statua di Ercole di circa 2000 anni scoperta nel nord della Grecia

I ricercatori ritengono che la statua fosse adornata in un edificio risalente al tardo periodo bizantino nell’VIII o IX secolo d.C. per edifici durante il periodo bizantino

Una statua romana dell’eroe mitologico greco Ercole è stata portata alla luce nel nord della Grecia, secondo un rapporto di Heritage Daily. La scoperta è avvenuta nell’antica città di Filippi, che si trovava a nord dell’attuale città di Kavala. La statua stessa è stata trovata durante gli scavi condotti dai ricercatori dell’Università Aristotele di Salonicco. Eracle, figlio di Zeus, è più comunemente conosciuto con il suo nome romano, Ercole, figlio di Giove. Nella mitologia era noto per la sua immensa forza fisica ed era considerato un campione per i deboli. La città di Filippi prese il nome quando il re Filippo II di Macedonia, padre di Alessandro Magno, conquistò la regione nel 356 a.C. La città faceva anche parte dell’impero bizantino ma fu probabilmente abbandonata dopo la conquista ottomana. I ricercatori ritengono che la statua sia stata adornata in un edificio risalente al periodo tardo bizantino nell’VIII o IX secolo d.C. , poiché le statue romane sono state spesso utilizzate per adornare gli edifici fino al periodo tardo bizantino, secondo il Ministero della Cultura greca. Più grande della grandezza naturale, la statua raffigura Ercole sterile con un corpo giovane, ha affermato il ministero in un comunicato stampa. La mazza, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è stata trovata in frammenti e un leone era appeso alla mano sinistra tesa della statua a testimonianza dell’identità di Ercole.

Comunicato Stampa “Sportello dei Diritti”

banner

Recommended For You

About the Author: PrM 1