Ucraina. Putin a Erdogan: Vogliamo negoziare ma Kiev ostacola

(DIRE) Roma, 5 Gen. – Nel corso del colloquio telefonico con l’omologo turco Racep Tayyip Erdogan, il presidente Vladimir Putin ha ribadito che la Russia “è aperta a un dialogo serio, a condizione che le autorità di Kiev rispettino i requisiti russi e tengano conto delle nuove realtà territoriali”. Lo riferisce il servizio stampa del Cremlino, stando alla testata locale Ria Novosti. Putin è intervenuto in risposta alle esortazioni del capo di Stato anatolico, che è tornato a proporsi come mediatore tra Mosca e Kiev. Il presidente russo, scrive ancora la testata vicina al Cremlino, si è detto pronto a un dialogo con l’Ucraina, ponendo l’accento sulle “controverse posizioni delle autorità di Kiev, che o vietano qualsiasi negoziato, o avanzano condizioni inaccettabili per Mosca, o chiedono una sorta di ‘vertice di pace'”. Sul punto, Ria Novosti cita anche il portavoce del capo di Stato russo, Dmitry Peskov, secondo cui “un piano che non tiene conto delle realtà attuali non può essere pacifico”. Ieri in un tweet Mykhailo Podolyak, consigliere del capo dell’ufficio del presidente dell’Ucraina, ha dichiarato: “La cosa fondamentale da tenere a mente quando si vuole ‘parlare di guerra o di trattative’, è che è la Federazione russa ad essere venuta in un Paese straniero per ucciderne i cittadini. E’ la Federazione Russa che sta bombardando massicciamente l’Ucraina. E’ la Federazione Russa che sta cercando di impadronirsi di parte di un territorio straniero. E’ la Federazione Russa l’unica responsabile di una guerra non provocata in Europa”.

Con Erdogan quest’oggi Putin ha affrontato anche il tema delle forniture di grano, chiedendo “un approccio integrato e responsabile”, che implica “la rimozione di tutte le barriere alle esportazioni russe”, come afferma nella nota il Cremlino. I due leader hanno quindi convenuto sull’importanza di rafforzare e ampliare la collaborazione economica e gli scambi, soprattutto nel settore energetico, a partire dalla creazione di “un hub regionale del gas in Turchia e la costruzione della centrale nucleare di Akkuyu”. (Alf/Dire) 17:09 05-01-23

 

banner video

Recommended For You

About the Author: PrM 1