Meloni: “G7 è offerta di valori che vuole aprirsi al Mondo per cercare soluzioni insieme”

L’Italia “sdogana” il G7

Si è concluso ieri il G7, affidato per questo 2024 alla Presidenza italiana, tenutosi in questa occasione a Borgo Egnazia in Puglia. Una location che non è stata una scelta casuale del governo Meloni. Localizzare il meeting nel Sud Italia e nella regione che viene considerata un “ponte” nel Mediterraneo tra Occidente ed Oriente ha voluto evidenziare l’impegno per il dialogo che è stato alla base del summit. Quest’ultimo ha ospitato, per la prima volta nella sua storia, la partecipazione del Papa.

Il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, si è detta molto soddisfatta dai risultati scaturiti dall’incontro internazionale e dalle conclusioni che segnano una linea d’intenti da seguire per i Paesi che vene hanno preso parte.

“il G7 non vuole essere una fortezza chiusa, non è una realtà che deve difendersi da qualcosa o da qualcuno è invece un’offerta di valori che vuole aprirsi al Mondo per cercare soluzioni legate allo sviluppo insieme. Penso che fosse importante per smontare quella narrazione che vuole l’Occidente contro il resto del Mondo, non è così e credo che questo approccio si stato confermato durante la presidenza italiana. Sono orgogliosa ne sia stato fatto un racconto diverso”.

Il vertice si è concluso con l’adozione formale di una dichiarazione finale, che era già stata definita il giorno prima, (qualcosa che non accade di frequente e che dimostra la coesione d’intenti dei partecipati).

Un documento che contiene l’impegno degli Stati che lo hanno sottoscritto. Quindi il Premier li ha elencati e discussi durante la conferenza stampa conclusiva di ieri pomeriggio.

In primo piano la guerra in Ucraina ed il sostegno internazionale che riceve per difendersi dalla Russia, nel G7 si è deciso di dedicare altri 50 miliardi di euro al governo di Kiev perchè continui a rispondere sul campo a Mosca e possa così arrivare ad un tavolo di trattative in una situazione non troppo compromessa.

Questi soldi saranno recuperati dagli extraprofitti dei beni e capitali russi bloccati nei vari stati della NATO a causa delle sanzioni post inizio conflitto. Una prima prova di trattative potrebbe essere l’incontro in Svizzera anche se per il momento i tempi non sembrano maturi.

Altro argomento fondamentale del G7 è stata la questione migranti. La gestione dei flussi migratori diviene adesso, così come aveva già proposto il governo Meloni in seno a Bruxelles, un problema comune agli stati dell’Unione.

Tutti si dovranno “fare carico” della gestione e della sistemazione\redistribuzione dei migranti economici che continuano ad arrivare dai paesi poveri.

Oltre ad affrontare la situazione attuale nella proposta italiana c’è la risoluzione del problema nel lungo periodo, individuata con l’attuazione del così detto “Piano Mattei” in Africa.

Un programma di miglioramento economico\sociale  che coinvolge “alla pari” sia i paesi industrializzati che quelli in via di sviluppo coinvolgendo anche le istituzioni bancarie internazionali. Lo scopo è quello di creare le condizioni per le quali non venga più a mancare il diritto di poter avere un futuro nel proprio Stato e si sia più costretti ad emigrare. Emigrazione che riempie le tasche alle mafie che tramite gli scafisti mercificano gli esseri umani. Secondo il report dell’ONU è l’affare più redditizio per la criminalità organizzata, ancor più della droga.

foto di GNS

Riguardo l’Intelligenza Artificiale, Giorgia Meloni ha riassunto quanto avvenuto due giorni fa, con l’intervento del Pontefice, il quale ha relazionato sui possibili rischi derivanti dall’abuso o da un uso non consapevole di questo nuovo strumento creato dall’intelligenza umana.

L’uomo in quanto essere sensiente non deve fare in modo che mai l’IA possa decidere autonomamente sul destino degli esseri umani.

L’etica deve governare anche questa nuova mirabile scoperta che deve essere posta al servizio dell’uomo. Siamo all’inizio di una nuova rivoluzione epocale che va governata eticamente con raziocinio a livello globale.

Infine il Presidente del Consiglio ha ricordato che in Italia ci saranno altri appuntamenti del G7: verranno effettuate altre riunioni ministeriali (esattamente 21) ed altri incontri. Durante questi meeting internazionali si discuteranno nuovi temi di cui la nostra Nazione si è fatta promotrice come: la Difesa comune, la disabilità ed il turismo.

Fabrizio Pace

 

banner video

Recommended For You

About the Author: Fabrizio Pace

Fabrizio Pace è giornalista e direttore del quotidiano d’Approfondimento on line www.IlMetropolitano.it e dell’allegato magazine di tecnologia e scienza www.Youfuture.it.