Oggi vide la luce la prima Olimpiade del 776 a.C. in Grecia

Olimpiadi logo

Nell’anno 776 a.C., la Grecia si apprestava a vivere un evento che avrebbe segnato per sempre la sua storia: la prima edizione dei Giochi Olimpici. Un evento che affonda le sue radici nel mito e nella leggenda, intrecciandosi con le gesta di Eracle, l’eroe greco per eccellenza. Si narra che proprio Eracle istituì queste gare in onore di suo padre Zeus, re degli dei, come simbolo di pace e tregua tra le città greche spesso in conflitto.

Olimpia, la culla dei Giochi:

Svolti ogni quattro anni, i Giochi Olimpici si tenevano nella sacra città di Olimpia, situata nel Peloponneso. Un luogo ricco di storia e mistero, dove sorgeva il santuario di Zeus, al quale i Giochi erano dedicati. L’atmosfera era solenne e carica di spiritualità, con atleti e spettatori provenienti da ogni angolo della Grecia che si riunivano per celebrare l’evento.

Gare e discipline: l’agonismo greco in scena

Le prime Olimpiadi erano incentrate su un’unica disciplina: la corsa a piedi, chiamata stadion. Una gara di velocità pura, che si svolgeva su un tracciato di circa 192 metri. Nel corso dei secoli successivi, il programma olimpico si ampliò, includendo altre discipline come il pentathlon, un insieme di cinque prove: corsa, salto in lungo, lancio del giavellotto, discobolo e lotta. A queste si aggiunsero il pugilato, la corsa con le quadrighe, la lotta e il pancrazio, un combattimento corpo a corpo molto duro e spesso violento.

Valori oltre la vittoria:

Le Olimpiadi antiche non erano solo competizione sportiva. Erano un’occasione per celebrare la religione, la cultura e l’unità della Grecia. Gli atleti, prima di gareggiare, giuravano di rispettare le regole e di competere con lealtà. I vincitori erano considerati eroi e venivano celebrati con grandi festeggiamenti. Le Olimpiadi erano anche un momento di incontro e di scambio tra popoli diversi, favorendo la circolazione di idee e conoscenze.

Un’eredità millenaria:

Nonostante la loro abolizione nel 393 d.C. per mano dell’imperatore romano Teodosio I, che le considerava incompatibili con la religione cristiana, le Olimpiadi antiche hanno lasciato un’eredità immensa. I valori di sportività, rispetto e lealtà che le animavano sono ancora oggi alla base dello sport moderno. E nel 1896, grazie all’ideale del barone francese Pierre de Coubertin, i Giochi Olimpici sono rinati con l’edizione di Atene, dando vita a quella tradizione che ancora oggi appassiona il mondo intero.

fonte dati:

https://en.wikipedia.org/wiki/Ancient_Olympic_Games

https://www.skuola.net/educazione-fisica/storia-olimpiadi294107x.html

https://www.waitaly.net/en/

AI

banner video

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano

Il Quotidiano d’Approfondimento on line Il Metropolitano.it nasce nell’Ottobre del 2010 a Reggio Calabria, città in cui ha la propria sede, dal progetto di un gruppo di amici che vogliono creare una nuova realtà di informazione