Rifiuti abbandonati, a Reggio torna l'inciviltà nonostante l'emergenza Covid

Rifiuti abbandonati, a Reggio Calabria torna l’inciviltà

Torna l’inciviltà dei rifiuti abbandonati in pieno centro. Si potrebbe pensare che l’emergenza Covid-19 abbia mosso la sensibilità di molti, e magari portato verso un cambiamento per un mondo migliore. Eppure, a Reggio Calabria, ricompare quel brutto vizio che prende il nome di ‘inciviltà’.

Via Rausei

La voglia di uscire di casa per andare a svolgere attività per il benessere della salute, non è per tutti. C’è chi esce per scopi tutt’altro che salutari. Così, i disegni dell’arcobaleno e la scritta “andrà tutto bene” fuori dai balconi e i sacchi dell’immondizia abbandonati in pieno centro, diventano l’attuale paradosso.

In via Rausei non è nuova l’emergenza dei rifiuti abbandonati. Infatti, permane la rabbia dei residenti che pur seguendo le linee guida per la raccolta differenziata porta a porta, si vedono costretti, puntualmente, a dover fare i conti con gli incivili di passaggio. Più volte la zona è stata presa di mira dai ‘lordazzi’, arrivando perfino a depositare rifiuti impensabili, come le lapidi del cimitero gettate sempre lì (vedi articolo https://www.ilmetropolitano.it/2018/04/28/reggio-calabria-lapidi-gettate-nei-cassonetti-dei-rifiuti/ ).

“Possibile che vedano in quell’angolo, a pochi passi dagli Ospedali Riuniti, nel sotto-passo dell’autostrada, una discarica?” – commenta così uno dei residenti di Vallone Petrara – “Neppure le vicende più tristi e le pandemie più devastanti riescono a colpire le coscienze di chi forse una coscienza in fondo non ce l’ha”. Tra i sacchi dell’immondizia, molti dei quali facilmente differenziabili, spuntano materiali di scarto che andrebbero portati presso l’isola ecologica. Rifiuti abbandonati che compromettono l’ambiente e la salute di tutti. Abbiamo assistito ad una vera e propria corsa all’acquisto di mascherine e guanti per difenderci dal potente virus, ma chi ci difende dall’inciviltà?

Recommended For You

About the Author: Ilenia Borgia