Strage in Afghanistan prime incriminazioni

Stanno per arrivare le prime incriminazioni per l’autore della strage in Afghanistan costata la vita a 16 persone. Il sergente americano R.B. dovrà rispondere per i 17 omicidi.

Da una prima lettura dei fatti, le incriminazioni non corrispondono al numero ufficiale delle vittime: infatti dai rapporti della Polizia afgana i morti accertati sono 16, mentre le accuse contro il sergente parlano di 17 omicidi. Altro punto su cui gli inquirenti cercheranno di fare piena luce, la presenza di eventuali altri partecipanti alla strage. Infatti parecchi testimoni parlano di altre persone che avrebbero partecipato attivamente al massacro dei civili afgani, in cui morirono, lo ricordiamo, nove bambini e tre donne.

B., 38 anni, è attualmente detenuto nella prigione militare di massima sicurezza di Fort Leavenworth in Texas e rischia la condanna a morte. Il massacro da lui compiuto, ancora inspiegabile, ha esacerbato i già tesi rapporti fra Stati Uniti e Aghanistan.

Salvatore Borruto

Recommended For You

About the Author: Salvatore Borruto