Si è svolta al carcere di Arghillà la cerimonia di premiazione del torneo amatoriale ASL di basket “Canestri di Libertà” - Ilmetropolitano.it

Si è svolta al carcere di Arghillà la cerimonia di premiazione del torneo amatoriale ASL di basket “Canestri di Libertà”

L’A.S. Team Arghillà’ – formazione composta da detenuti – si è aggiudicato il trofeo in palio per il torneo amatoriale a 6 squadre “Canestri di libertà”, promosso dall’ASI e svoltosi a cavallo dei mesi di settembre e ottobre presso il Palaboccioni e nel campo allestito in tempi record all’interno della casa circondariale. La compagine di Arghillà si è imposta nella finale per un solo canestro sulla squadra del ilMetropolitano. Le altre squadre partecipanti sono state la Fiamma All Blacks, i Warriors, i Fighters e Villa S. Giovanni. Questa manifestazione – si legge in una nota dell’Ente nazionale di Promozione Sportiva – si inquadra nel contesto di un più ampio progetto messo in campo dall’ASI, curato dai dirigenti nazionali Tino Scopelliti e Giuseppe Agliano, supportati dalla Direzione Nazionale e dai Comitati Regionale e Provinciale dell’Ente. Il progetto, reso possibile grazie alla disponibilità della Direzione della casa di pena guidata dalla dott.ssa Maria Carmela Longo, all’impegno del pool di educatori diretti dal dott. Speranza e alla professionalità del Corpo della Polizia Penitenziaria, prevede un intenso programma di iniziative, attività ed eventi di carattere sportivo, culturale e di spettacolo che si stanno svolgendo a cadenza periodica all’interno della struttura carceraria già dal mese di maggio. Oltre al torneo, infatti, nel corso di questi mesi si sono alternati momenti di cultura, con conferenze di professori universitari e scrittori, accompagnati dall’arricchimento della biblioteca con decine di volumi di vario genere; spettacoli con la partecipazione di artisti locali e nazionali; azioni prettamente legate alla pratica sportiva quali la fornitura di attrezzature e macchinari per le palestre e per i campi di basket e calcetto.

Il torneo, conclusosi nei giorni scorsi, ha regalato sensazioni inaspettate a tutti i partecipanti che hanno potuto interagire con una realtà ai più poco conosciuta e che rimarrà un caro e indelebile ricordo per coloro i quali hanno avuto il privilegio di prendere parte all’iniziativa sportiva.

Alla cerimonia di premiazione hanno preso parte anche Sindaci, Assessori, Consiglieri comunali in carica e non dell’area della Città Metropolitana che, unitamente al Presidente Nazionale dell’ASI sen. Claudio Barbaro e all’on. Gianni Alemanno, hanno premiato arbitri, segnapunti, cronometristi, medici, dirigenti, allenatori e atleti. Prima dell’apoteosi finale, che ha visto la consegna del trofeo alla formazione vincitrice, sono stati assegnati anche premi individuali ai migliori giocatori del torneo.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano