Preraffaelliti l’utopia della bellezza - Ilmetropolitano.it

Preraffaelliti l’utopia della bellezza

utopia della bellezza E’ in corso di svolgimento al Polo Reale Palazzo Chiablese di Torino – sino al 13 luglio 2014 – la MOSTRA PRERAFFAELLITI l’utopia della bellezza. Curata da Alison Smith, capo curatore della sezione di arte inglese del XIX secolo presso la Tate Britain; è promossa da 24 ORE Cultura-Gruppo 24 Ore. La voce narrante di Luca Beatrice accompagna i visitatori attraverso le sette sezioni della mostra: La Storia, La Religione, Il Paesaggio, la vita moderna, La Poesia, La Bellezza e Il Simbolismo. La Confraternita – fondata nel settembre 1848 da tre giovanissimi artisti: John Everett Millais, Dante Gabriel Rossetti e William Holman Hunt – voleva cambiare la società attraverso l’arte, ispirandosi agli ideali del passato e del primissimo Rinascimento. Tra le altre fonti: Dante Alighieri, William Shakespeare, le novelle medievali e la Bibbia. Per loro il Libro dei Libri non era un testo teologico ma una straordinaria raccolta di storie. Ai Preraffaelliti – precursori del New Gothic – si ispirano registi: Tim Burton e Francis Ford Coppola; stilisti: Karl Lagerfield, John Galliano e Jean Paul Gaultier; ma anche gruppi musicali: Bauhaus e Cure. I capolavori ora a Torino sono già stati esposti in altre città del mondo. Alla fine della mostra faranno ritorno a Londra da dove non si muoveranno per molti anni: un valido motivo per non perdere quest’occasione per ammirarli.

Tonino Nocera

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano