Gerarchia della 'Ndrangheta. Chi c'è sopra il Padrino ? - Ilmetropolitano.it

Gerarchia della ‘Ndrangheta. Chi c’è sopra il Padrino ?

Dopo la vasta operazione  dei Carabinieri denominata “Mandamento”  che ha visto il fermo di 116 persone e 291 indagati, tutti in qualche maniera legati ai mandamenti presenti sul territorio della provincia reggina si aprono nuovi scenari alla conoscenza pubblica della ‘Ndrangheta. Il Procuratore De Raho ed il comandante dei ROS hanno tenuto a chiamarla Operazione e non retata in quanto Mandamento ha avuto alla un lavoro di preparazione e di esecuzione sul campo che ha coinvolto 1000 militari con indagini, ricostruzioni, collegamenti ed investigazioni varie che sono poi scaturite in un faldone di circa 7000 pagine, poi “riassunte” in solo 2900 delle quali usufruirà il Giudice delle indagini preliminari. La ‘Ndrangheta colpita nell’Operazione Mandamento ha riguardato 23 locali joniche e ha “ripreso” la vita, gli intrecci, le relazioni pubbliche e private delle famiglie coinvolte di quello che è ritenuto il cuore pulsante della ‘Ndrangheta capace di fornire nuovi “stimoli” anche agli affiliati lontani, quelli in Canada o in Australia che contribuiscono a fare della ”Ndrangheta non più solo una malavita calabrese ma un’organizzazione di affari loschi a livello mondiale. Che le ‘Ndrine avessero le mani negli appalti non era una cosa sconosciuta a chi vive in Calabria, la novità è stata ricostruire i “percorsi” tramite i quali le cosche riuscivano ad aggiudicarsi gli appalti (prestanome, imprese ancora pulite, subappalti, lavori straordinari). Ma il dato più inquietante che emerge dall’Operazione Mandamento è forse quello che rivela ed in alcuni casi approfondisce l’esistenza all’interno della già conosciuta scala gerarchica della ‘Ndrangheta nuove figure, a livello decisionale con doti e gradi sempre superiori, che devono fare ridisegnare e ripensare alcuni equilibri immaginati prima dalla Forze dell’Ordine. Infatti oltre ai Padrini, che nell’immaginario collettivo sono l’apice della o delle famiglia, esistono la Crociata e la Stella, che sono figure inimmaginabili, tanto sono in alto e riservate anche per gli intranei più importanti. In pratica gli appartenenti ai livelli si conoscono solo tra di loro, che è poi quanto la ‘Ndrangheta ha acquisito dalla normale struttura massonica. La ‘Ndrangheta ha addirittura un suo tribunale diversamente composto in base ai livelli da giudicare, nel quale vengono discusse le “infrazioni” e le evenutali sanzioni\punizioni degli affiliati.

12° SANTISTA – È il primo grado della Società Maggiore. È colui che ha ottenuto la Santà, che è un grado ancora più elevato per esclusivi meriti criminosi.

11° SANTA – per creare una Santa o Società maggiore in una locale occorrono almeno 7 persone col grado di santista.

10° VANGELISTA – Ha prestato giuramento di fedeltà all’organizzazione criminale mettendo una mano su una copia del Vangelo. Si ottiene per più meritevole condotta delinquenzialè.

9° QUARTINO – Grado successivo al Vangelista

8° TREQUARTINO – Grado successivo al Quartino.

7° PADRINO  – Grado apicale che uno ‘Ndranghetista può raggiungere. È attribuito a un ristretto numero di mafiosi che all’interno dell’organizzazione vanno a costituire una oligarchia con privilegi e conseguenti responsabilità.

6° CROCIATA – Simbolo compatibile con il Vangelo.

5° STELLA – Simbolo compatibile con la Santa.

4° BARTOLO –  ???

3° MAMMASANTISSIMA O MAMMA – ???

2° INFINITO –  ???

1° CONTE UGOLINO –  se ne è venuti a conoscenza solo nel 2010 e si sa pochissimo…

 

Fabrizio Pace

 

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano