Demetrio Arena, il nuovo sindaco e le sue prime dichiarazioni

Chiusi i seggi e ultimato lo spoglio, la città di Reggio Calabria può finalmente accogliere il suo nuovo sindaco. Si tratta di candidato sostenuto dal centrodestra Demetrio Arena, il quale è riuscito ad evitare il ballottaggio portando a casa il 56,27% dei consensi. In pratica i cittadini che hanno votato per lui sono stati 61.368. Dietro di lui, e molto staccato, il candidato del centrosinistra Massimo Canale che ha raccattato 31.300 preferenze, attestandosi all 28,7%. Chiudono Giuseppe Bova (lista civica) col 9,61%; Aldo De Caridi, candidato della coalizione Italia dei Valori-Comunisti Italiani-Sinistra e Libertà col 3,63%; Carlo Maria Salvatore Sbano, candidato di Futuro e Libertà, con appena l’1,35%. “Non ho mai avuto dubbi sul risultato elettorale. Sono stato tra la gente, ho colto il loro interesse, l’entusiasmo dei partiti e dei candidati”. Il neosindaco di Reggio Calabria e’ raggiante per l’esito delle amministrative che gli ha consegnato le chiavi della citta’ dello Stretto con oltre il 56% dei consensi al primo turno. Demetrio Arena ha ricordato lo slogan ”continuiamo insieme” che lo lega all’esperienza degli otto anni passati, quando alla guida della citta’ c’era Giuseppe Scopelliti, oggi presidente della regione. Durante la conferenza stampa di presentazione il Sindaco di Reggio, Demetrio Arena, si è soffermato su alcuni punti rispondendo ad alcune domande poste dai giornalisti. Sui criteri di formazione della nuova Giunta comunale, Arena ha sottolineato che “è necessario prima confrontarsi con i partiti a cui ho trasmesso i suoi orientamenti, ma le scelte andranno fatte per soddisfare al meglio le necessità della città, tenuto conto dei risultati e dei numeri. Mi aspetta un lavoro durissimo, anche alla luce del programma presentato. “ Rispetto alle difficoltà di bilancio – ha detto Arena – “ricordo di avere, già nel corso della campagna elettorale, individuato soluzioni per affrontare le criticità. Sarò molto attento  all’esito delle indagini, alla luce del tentato coinvolgimento della classe dirigente per comportamenti ascrivibili esclusivamente a scelte di carattere personale, ma posso dire fin d’ora che è necessario un sistema di controllo e valutazione dell’apparato burocratico da cui non si può prescindere; bisogna affrontare e risolvere i problemi, non evitarli, a partire, ad esempio” – ha evidenziato il neo-Sindaco di Reggio – “dal sistema delle società miste che necessità di interventi e adeguamenti”. Arena si è poi soffermato sulla vocazione turistica della città parlando del “primo progetto turistico della città metropolitana, in linea con le modalità di finanziamento previste da Tremonti” e sui rapporti con la stampa locale, ricordando che “al di là delle ideologie e delle direzioni editoriali di ciascuno la funzione dei media sia quella di coadiuvare la politica nella crescita della città”. Infine, alla classica domanda delle scelte che riguarderanno i primi 100 giorni di mandato, Arena ha affermato che ” è necessario far ripartire l’economia, riprendendo le importanti opere pubbliche in corso di esecuzione, augurandosi di trovare aiuto e disponibilità da parte degli imprenditori reggini, nella consapevolezza delle difficoltà connesse all’assenza di liquidità, ma tentando di trovare un percorso idoneo a superare le criticità, creando economia reale. Per l’estate si faranno i conti con le risorse disponibili, tentando di mettere in piedi una buona stagione estiva”.

Antonella Pirrotta

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano