Slittamento dei termini per i versamenti delle imposte e per la consegna dei 730 - Ilmetropolitano.it

Slittamento dei termini per i versamenti delle imposte e per la consegna dei 730

denaro soldi

Con un decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri firmato il 13 Maggio, è stato previsto lo spostamento dei termini, dal 16 Giugno al 6 Luglio 2011, senza alcun pagamento supplementare, dei versamenti delle imposte dirette, dell’Irap e dell’acconto della cedolare secca. Il decreto prevede, oltre a ciò, in relazione alle stesse imposte, la facoltà di eseguire i versamenti dal 7 Luglio al 5 Agosto 2011, versando una maggiorazione, a titolo di interesse, pari allo 0,40 per cento. La proroga riguarda tutte le persone fisiche, mentre per le persone giuridiche  lo slittamento delle scadenze si riferisce soltanto alle attività interessate dagli studi di settore. Più tempo anche per i contribuenti che presentano il modello 730, che potrà essere consegnato  ai Caf o ai professionisti abilitati, entro il 20 Giugno 2011. Inoltre, il decreto prevede che le scadenze in agenda tra il 1° e il 20 Agosto vengano tutte differite a Sabato 20 e, quindi, automaticamente a Lunedì 22 Agosto, per concedere ai contribuenti di avvalersi di più tempo per eseguire i versamenti evitando i possibili disagi legati al periodo estivo. Non rientrano, in ogni caso, in questa ultima finestra di scadenze i versamenti con la maggiorazione dello 0,40 per cento, che vanno effettuati obbligatoriamente dal 7 Luglio al 5 Agosto.

Le proroghe dei termini si sono rese necessarie in quanto sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate  non sono ancora disponibili né i software necessari alla compilazione delle stesse dichiarazioni, né il software Gerico per il calcolo degli studi di settore. Si ricorda, inoltre, che nel Modello Unico 2011 vi sono delle novità rispetto ai modelli precedenti. Si tratta della cedolare secca sui contratti d’affitto e del redditometro. Per quanto riguarda la cedolare secca, dal primo gennaio 2011 le persone fisiche titolari di immobili regolarmente locati ad uso abitativo possono optare per il pagamento di un imposta sostitutiva e i soggetti che optano per tale regime devono procedere al versamento dell’ 85 per cento dell’imposta sostitutiva già quest’anno nei termini previsti per il versamento delle imposte risultati dall’Unico 2011 o dal modello 730/2011.Per quanto riguarda il redditometro, nuovo strumento di accertamento non è ancora disponibile il software necessario per determinare in modo induttivo il reddito del 2009 e quindi quello del 2010.

A.G.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano