Coach Leonardo Ortenzi, fa il punto della situazione, in vista del delicato derby dello Stretto, contro l’Amatori Messina

Facciamo un passo indietro: dopo la sconfitta con Rosarno, la situazione di classifica è più ingarbugliata: “Rosarno va ad attestarsi in funzione delle previsioni di inizio stagione. Una squadra da play-off, con giocatori di categoria. Il nostro vantaggio su Ragusa si assottiglia, ed è una squadra che con l’inserimento di Terrana, play-guardia che aveva già giocato con loro anche in B2, sta già mostrando evidenti risultati e miglioramenti”.

Nel prossimo turno anche Catania e Canicattì giocheranno in casa, rispettivamente contro Rosarno e Gela, sfide che indirettamente interessano anche la Jolly: “Speriamo di che Rosarno e Canicattì facciano risultato, non me ne vogliano gli amici di Gela. Speriamo di tenere a distanza chi ci insegue. Dal canto nostro dovremo affrontare Messina, quarta forza del torneo, che ha un pacchetto di esterni, escluso quello di Trapani, tra i migliori della categoria, con gente del calibro di Fazio, Centorrino e Carnazza. Ci proveremo in tutti i modi, senza lasciare nulla al caso, per cercare di ottenere questi due punti. Senza dubbio a loro piace correre, e noi dovremo essere bravi a correre quando ce ne sarà bisogno, ma anche a rallentare quando ci sarà da ragionare”.

Costa non ce la fa mentre Ates e Tramontana migliorano: “Costa ancora ci vorrà un po’. Tramontana ed Ates, migliorano sensibilmente. Hanno già giocato due partite, ed hanno fatto già una decina di giorni di allenamento, anche se questa settimana, complice anche il recupero giovanile con la Viola, non ci siamo allenati numericamente bene. Dobbiamo stringere i denti, e cercare di ottenere questo importante risultato”.

Fabrizio Cantarella –Addetto stampa Nuova Jolly Basket–

Recommended For You

About the Author: Fabrizio Cantarella