Intervista a coach Gianni Benedetto - Ilmetropolitano.it

Intervista a coach Gianni Benedetto

Giovanni Benedetto

Gianni Benedetto non può essere considerato un avversario della Viola. stiamo parlando di un uomo che si è formato all’interno della società neroarancio e che a Reggio Calabria è di casa. I destini degli ultimi anni hanno voluto che le strade si dividessero ed il buon Gianni è diventato un coach di altissimo livello capace di vincere in tante piazze del basket italiano. i numeri parlano per lui. Dal 2009 al 2011, ha allenato due squadre in Serie A Nazionale ed ha conquistato la Promozione in Legadue. Latina e Trapani ringraziano le doti di questo scienziato del parquet che, adesso, ha accettato la sfida di Matera: “E’ stata un proposta che non potevo rifiutare – dice Benedetto – con i dirigenti abbiamo stilato un programma biennale durante il quale cercheremo di ottenere dei risultati importanti. L’obiettivo è far crescere il settore giovanile , nello stesso tempo, fare bene con la squadra dei grandi. Matera è una piazza calda e passionale e ci sono tutte le carte in regola per raggiungere questo obiettivo.”. Matera è nello stesso campionato della sua Viola: “ Sono contento ed orgoglioso di essere un avversario della realtà a cui devo tanto. La Viola che sta nascendo è molto interessante ed ha tutte le carte in regola per poter essere protagonista in questo contesto.” Bendetto elogia l’operato della nuova proprietà: “Il progetto Muscolino sta dando dei buoni risultati. Sono dirigenti giovani ma che hanno capito che non si deve fare il passo più lungo della gamba evitando alcuni errori commessi anche in passato. Sono convinto che rivedremo presto Reggio Calabria ad alti livelli anche se il basket attuale è un mondo pieno di difficoltà e l’ultima estate fatta di tagli ed esclusioni anche eccellenti lo conferma.” Benedetto non dimentica quello che gli ha dato la Viola : “E’ impossibile cancellare una storia fatat di ricordi e grandi risultati. Ultimamente sono tornato al Botteghelle ed ho avuto i brividi. Miliardi di ricordi sono rafforzati ripensando agli anni’80. Quell’impianto mi ha portato fortuna tanto che ho conosciuto mia moglie….”. Gianni non dimentica i tifosi neroarancio: “ La Viola ha la fortuna di poter contare su un pubblico presente e competente come pochi a questi livelli. D’altronde, stiamo parlando di una piazza che, per trent’anni, ha calcato i parquet della Serie A e sa come si sta in alto. Auguro davvero le maggiori fortune alla mia ex società e spero che, sia Matera che Viola, possano disputare una stagione importante in una terza serie che si annuncia equilibrata ed incerta.” Pensieri di chi sa come si vince in questa categoria e dette da un uomo che sbaragliò un’agguerrita concorrenza interna per diventare il vice di Charlie Recalcati negli anni d’oro della Panasonic tanto che l’ex allenatore della Nazionale ha sempre cercato di convincerlo a seguirlo in altre avventure. Ma Benedetto era diventato ormai capace di camminare da solo e lo ha dimostrato facendo incetta di successi…

banner

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano