S. Eufemia d’Aspromonte (RC): per banali litigi aggrediva la moglie con calci pugni e morsi, in arresto

polizia arrestiIl personale della Polizia di Stato, nell’ambito dei servizi di prevenzione e controllo del territorio, lo scorso sabato mattina ha tratto in arresto a S. Eufemia d’Aspromonte S.G., per il reato di maltrattamenti in famiglia. Gli uomini del Commissariato di P.S. di Palmi, a seguito di una richiesta di aiuto pervenuta alla Sala Operativa da parte della figlia di una coppia di S. Eufemia, intervenivano prontamente presso l’abitazione del Siviglia ove, poco prima, a seguito di un’accesa discussione, lo stesso aveva picchiato e minacciato per l’ennesima volta la moglie, “colpevole” di averlo denunciato la sera precedente per i reiterati maltrattamenti subiti nel corso degli anni, persino alla presenza dei figli minori. Le violenze, perpetrate sulla donna a seguito di banali litigi, spesso sfociavano in aggressioni fisiche consistenti in schiaffi, pugni e, in alcuni casi, morsi. Gli agenti intervenuti, constatando presso l’abitazione la veridicità di quanto segnalato dalla figlia, procedevano all’arresto del S. in flagranza di reato per maltrattamenti in famiglia. Terminate le operazioni di rito, su disposizione dell’A.G. competente, l’arrestato veniva accompagnato, in regime di arresti domiciliari, presso un’abitazione diversa da quella del suo nucleo familiare, teatro dei ripetuti maltrattamenti.

comunicato stampa  – Questura di Reggio Calabria

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano

Lascia un commento