Tilde Minasi ringrazia gli elettori e chiarisce sulla mancata nomina al Senato

Si è svolta questa mattina presso la sede del Movimento Nazionale per la Sovranità di Reggio Calabria, la conferenza stampa  relativa ai risultati delle elezioni politiche del 4 Marzo. Un dibattito, che ha visto la partecipazione di Franco Germanò, Nuccio Recupero e la candidata reggina al Senato Tilde Minasi, che per una manciata di voti, non è riuscita a diventare senatrice, avendo comunque riscosso molti consensi anche politicamente trasversali. La Minasi, si è dichiarata comunque soddisfatta dei risultati, ha ringraziato i suoi numerosi elettori del sostegno ricevuto, sia dal territorio calabrese, che reggino, nonostante non sia stata sotto i riflettori della politica per oltre tre anni. “Gente – dichiara la Minasi – che non solo ha scelto ovviamente la persona, ma che ha anche sposato la nostra decisione di allearci con la Lega, siamo contenti di aver contribuito a far diventare la Lega, il primo partito della destra e volevo sottolineare  – continua la Minasi – che Matteo Salvini, non ha scelto di rimanere qui, ma è stato costretto a fermarsi a Reggio Calabria, perchè è la legge che glielo impone, non avendo vinto il seggio in Sicilia, ma sono fermamente convinta, avendo avuto anche modo di conoscerlo personalmente, che non farà mancare il suo interesse verso il territorio e anche io lo stimolerò a far ciò e gli farò presente quali sono le priorità da affrontare e sono certa che si impegnerà in questo”. Durante la conferenza, inoltre Franco Germanò, rispondendo alle domande degli intervenuti, in merito alle presunte dichiarazioni di Salvini sui meridionali e sul discorso Lega Nord, ha ribadito, che non solo è il nome ad essere stato modificato, cioè non si chiama più Lega Nord, ma proprio tutto lo statuto della Lega è stato modificato e oggi guarda anche al sud. Non si tratta più della vecchia Lega di Umberto Bossi. Tilde Minasi a tal proposito ha aggiunto: “La Lega oggi, è il partito che più difende la nostra identità nazionale, non possiamo – dice – pensare alla Lega di 10 anni fa, sono 4 anni che Salvini sta facendo questo lavoro. Il nostro impegno – prosegue – è far si che lui possa rispettare il suo programma, ha mostrato l’interesse per ripartire da Reggio e sarò sempre io a spingerlo a farlo”. E conclude ribadendo: “Non è rimasto nulla della Lega di Bossi, non è più segretario della Lega, alcune dichiarazioni di Salvini che sono state fatte vedere, non erano veritiere e per le altre, se ha saputo chiedere scusa e ripartire, perchè non dargli credito. A noi interessa – conclude – che il nostro territorio posso risollevarsi dal declino, questa campagna elettorale ci ha rafforzato e noi vogliamo essere punto di riferimento per la città”.

 

Sonia Polimeni

Recommended For You

About the Author: Sonia Polimeni