Mafie. maxi operazione nel foggiano: decapitati vertici mala Vieste

Operazione Denominata ‘Agosto di fuoco’ condotta da Carabinieri e Polizia

(DIRE) Bari, 27 Ago. – “L’operazione che sarà presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa è fondamentale perchè non solo va a decapitare la cosiddetta cupola che regge la mafia a Vieste ma rappresenta una fortissima risposta dello Stato verso un territorio martoriato dalla mafia”. Così, il colonnello dei Carabinieri, Marco Aquilio responsabile del comando provinciale di Foggia, commenta alla Dire l’operazione denominata Agosto di fuoco che ha portato all’arresto di M.R., considerando il reggente del clan di Vieste, paese in provincia di Foggia. In manette con lui sono finiti tre suoi sodali: “Tre persone che riteniamo essere i suoi luogotenenti cosi’ come lo stesso R. lo era del boss N.A.”, spiega il colonnello. N.A. è stato assassinato tempo fa e seminò violenza nel foggiano. “La sua morte – ricostruisce il colonnello – scatenò una violenta faida che ha portato il clan riconducibile a R. a prevalere e a diventare dominante a Vieste”. Gli arresti – per associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga con l’aggravante della disponibilità di armi e del 416 bis – arrivano dopo diversi arresti e sequestri di armi ma “non è il capolinea: il nostro impegno a debellare la mafia garganica continua”, promette Aquilio. 09:01 27-08-18

banner

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano