Agliano (RF): il Centrodestra reggino, aldilà dei tatticismi, deve indicare al più presto ai cittadini l’antagonista di Falcomatà

Archiviata anche quest’ultima tornata elettorale nazionale, che ha decretato nuovi equilibri e nuovi scenari politici, con una chiara e forte affermazione delle liste di centrodestra, l’attenzione e l’interesse si sposta necessariamente alle imminenti elezioni comunali (e regionali) che vedranno impegnata la nostra città di nuovo alle urne nei prossimi mesi. Il centrosinistra (contenti loro!), per bocca di autorevoli esponenti, ricandida il sindaco uscente addirittura senza la necessità di passare per le primarie e lo stesso sindaco, ormai, è totalmente immerso in quotidiani spot elettorali (tanto demenziali quanto penosi) dal pescivendolo, dal fornaio, sui (pochissimi) cantieri e dovunque ci sia la possibilità di farsi un video o un selfie promozionale. E il centrodestra reggino che fa? Cosa aspetta a indicare il suo candidato che dovrà guidare la coalizione da contrapporre a questo centrosinistra in crollo verticale ma, comunque, con le leve del potere ancora in suo possesso? Quando darà, alla stragrande maggioranza dei cittadini, la possibilità di potersi identificare con la persona che dovrà riportare a Palazzo S. Giorgio competenza, efficienza, programmazione e progettualità per risanare le ferite di 7 anni di inetta, incolore ed incapace gestione della cosa pubblica e di totale assenza di prospettiva? – Lo afferma il Coordinatore di Reggio Futura, Giuseppe Agliano, il quale sottolinea il fatto che, aldilà dei tatticismi e delle legittime aspettative delle parti è necessario che tutto questo avvenga in tempi molto rapidi. C’è da risollevare le sorti della città, c’è da riprendere il cammino in direzione dello sviluppo, c’è da restituire dignità e decoro, c’è da fermare la nuova emorragia di gioventù che emigra, c’è da ricostruire un tessuto socio-economico fortemente compromesso. La risposta a tutto ciò – sostiene Agliano – può (e deve) essere messa in campo solo da un centrodestra che trae dal suo interno le energie singole e collettive, che da qui a poche settimane lo dovrà vedere protagonista, con il suo candidato a sindaco e i suoi esponenti nei quartieri, nelle piazze, nei salotti, nei luoghi di lavoro e dovunque vi è la possibilità di spiegare ai reggini il programma, i progetti, le idee e le iniziative volte alla rinascita del territorio. Solo così – conclude il Coordinatore di Reggio Futura – il centrodestra tornerà ad essere punto di riferimento credibile per i reggini che non aspettano altro che la data delle elezioni comunali per sbarazzarsi di questa squadra di calcetto che, in perfetta sinergia con i commissari, ha ridotto in macerie la città e portato i servizi essenziali a livelli terzomondisti, distruggendo le speranze di una comunità che sperava (e spera ancora) di essere protagonista in Italia, nel bacino del Mediterraneo e in Europa.

Giuseppe Agliano

Coordinatore “Reggio Futura”

Recommended For You

About the Author: PrM 1