Africa. Sahel senza pace: attentato in Niger contro i militari

14 morti, scortavano membri della Commissione Elettorale

(DIRE) Roma, 27 Dic. – Questa settimana, una serie di attacchi hanno insanguinato in momenti diversi alcune zone del Sahel. Nella regione di Tillaberi, nell’ovest del Niger, un attacco armato ha ucciso quattordici militari il giorno di Natale. Ne ha dato notizia il ministero dell’interno, secondo cui l’aggressione sarebbe stata opera di “terroristi pesantemente armati”. I militari colpiti facevano parte della scorta di un gruppo di agenti della Ceni, la Commissione elettorale indipendente. I rappresentanti dell’organismo rientravano dal villaggio di Sanam, dove erano stati in missione in vista delle legislative e delle presidenziali dell’anno prossimo. La stessa regione di Tillaberi era stata colpita da un agguato contro la base di Inates il 10 Dicembre, quando 71 membri dell’esercito avevano perso la vita in un’azione armata non rivendicata da nessun gruppo. L’attacco in Niger e’ avvenuto mentre il vicino Burkina Faso osservava il primo di due giorni di lutto nazionale, dopo che ad Arbinda, nel nord del Paese, al confine con il Mali, un attacco ha ucciso 35 civili, di cui molte donne, alla vigilia di Natale. Da parte sua, il presidente Roch Kabore ha fatto sapere che la risposta dell’esercito avrebbe “neutralizzato 80 terroristi”. E in Mali, il 23 dicembre, un uomo ha perso la vita e altri quattro sono stati feriti nel villaggio di Diangassabou, nell’area di Bandiagara della regione Mopti. Secondo il sito d’informazione ‘Maliactu’, anche in questo caso gli autori dell’agguato sarebbero stati “terroristi” non meglio identificati. (Gif/Dire)

Recommended For You

About the Author: PrM 1