Turismo. 80% Italiani ha qualche paura quando deve volare: ecco le più comuni

Sondaggio di jetcost.it

(DIRE) Roma, 20 Giu. – Viaggiare in aereo può essere un’esperienza indimenticabile ed emozionante per molti, o il più grande incubo per altri. Alcuni si divertono dal momento in cui mettono piede in aeroporto, si godono l’intera esperienza senza pensieri fino a quando non ritirano le valigie arrivati a destinazione, mentre altri si preoccupano continuamente che possa accadere qualcosa e si lamentano di ogni cosa riguardi il volo.

foto di GNS

Secondo una recente indagine condotta dal potente motore di ricerca di voli e hotel www.jetcost.it, sette italiani su dieci amano l’esperienza del volo e solo due su dieci sono aerofobici. Il team di Jetcost.it ha condotto un sondaggio nell’ambito di uno studio sulle esperienze di viaggio degli italiani. Sono state intervistate 3.000 persone di età superiore ai 18 anni, che hanno viaggiato almeno una volta negli ultimi due anni. Inizialmente è stato chiesto a tutti se l’esperienza di viaggio in aereo, dall’aeroporto di partenza a quello di destinazione, fosse di loro gradimento: sette su dieci hanno dichiarato di aver apprezzato l’esperienza complessiva (69%).

In seguito è stato chiesto a tutti gli intervistati se avessero qualche timore nel viaggiare in aereo in generale, e il 78% ha risposto di sì. Dividendo l’esperienza del volo in due parti, l’aeroporto e l’aereo, agli intervistati è stato chiesto innanzitutto quali fossero le loro maggiori paure quando si trovano in aeroporto, e queste sono state le prime dieci risposte più comuni:

1. Perdere il volo;
2. Perdere il bagaglio;
3. Perdere il passaporto, la carta d’identità o la carta d’imbarco;
4. Suonare ai controlli di sicurezza;
5. Vedere il proprio volo cancellato;
6. Dover aprire la borsa ai controlli di sicurezza;
7. Avere il bagaglio che pesa più del consentito;
8. Avere il volo in ritardo;
9. Essere sorpresi con qualcosa che non appartiene al proprio bagaglio;
10. Perdere una coincidenza.

Per quanto riguarda il volo, agli intervistati è stato chiesto innanzitutto se soffrissero di aerofobia, o paura di volare, e il 21% ha risposto di sì. Poi è stato domandato a tutti cosa trovassero più irritante, fastidioso o spaventoso durante il volo, con la possibilità di dare tre risposte, e le più comuni sono state:

  • Il rumore (54%);
  • Il non avere abbastanza spazio per le gambe (39%);
  • La turbolenza (33%);
  • Il dover aspettare gli altri passeggeri (31%);
  • I prezzi elevati di cibo e bevande (26%);
  • Le misure di sicurezza (23%);
  • Il posto a sedere angusto (21%);
  • La sensazione di claustrofobia (16%);
  • La qualità del cibo (11%).

Andando un po’ più nel dettaglio, a tutti gli intervistati che hanno indicato di essere infastiditi dal rumore è stato chiesto, in particolare, cosa li disturbasse di più; le prime cinque risposte sono state le seguenti:

1. Bambini che piangono;
2. Persone che parlano ad alta voce;
3. Gruppi di giovani in gita che gridano o di addio al celibato che fanno gli spiritosi;
4. Chi russa nel sonno;
5. Genitori che sgridano i figli;
6. Chi è sotto l’effetto dell’alcol.

È stato poi chiesto ai partecipanti come vorrebbero che le compagnie aeree affrontassero il problema del rumore e le soluzioni più frequentemente proposte dagli intervistati sono state le seguenti: una zona senza rumore sugli aerei, come avviene su alcuni treni (64%); far sì che il personale di cabina ordini ai passeggeri che disturbano di fare silenzio (25%); distribuire gratuitamente cuffie o tappi per le orecchie a chi lo richiede (11%).

D’altra parte, è stato anche chiesto loro cosa apprezzassero di più del volo e le risposte più comuni sono state: “La sensazione di vacanza che si prova in aereo” (35%), “la vista dai finestrini” (24%), “la sensazione di volare” (16%), “l’intrattenimento a bordo? (14%). L’11% ha dichiarato che “l’atterraggio” è la parte preferita del volo. Infine, a tutti gli intervistati è stato chiesto se avessero seguito tutte le istruzioni, le norme e i regolamenti di sicurezza previsti durante il volo, e sette intervistati su dieci hanno risposto di no. È stato quindi domandato loro quali regole di sicurezza non rispettassero.

Ecco le 5 regole di sicurezza più ignorate:

1. Prestare attenzione agli assistenti di volo mentre spiegano le istruzioni di sicurezza prima del decollo;
2. Indossare la cintura di sicurezza;
3. Mettere i bagagli nella cappelliera o sotto il sedile;
4. Non utilizzare dispositivi elettronici durante l’atterraggio e il decollo dell’aeromobile;
5. Stare in piedi in aereo quando si dovrebbe stare al proprio posto.

Ignazio Ciarmoli, direttore Marketing di Jetcost, ha commentato: “È perfettamente comprensibile che i viaggiatori si preoccupino di perdere il proprio bagaglio o il proprio aereo. Anche il provare imbarazzo se si deve aprire la valigia o essere perquisiti per aver suonato nel passaggio ai controlli di sicurezza può essere una preoccupazione reale. È anche vero che la stragrande maggioranza dei viaggiatori teme di incontrare persone rumorose sul proprio volo, cosa che potrebbe essere risolta semplicemente se tutti fossero un po’ più rispettosi ed educati verso il prossimo, soprattutto in luoghi così piccoli come la cabina di un aereo. Abbiamo tutti il diritto di iniziare le vacanze in pace e tranquillità”. (Com/Red/ Dire) 04:04 20-06-23

banner

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano