In aumento le denunce relative a malattie professionali

Il Patronato ACLI amplia l’assistenza per i lavoratori colpiti da infortuni sul lavoro e da patologie legate all’attività lavorativa. Gli ultimi dati disponibili INAIL, riferiti a settembre 2023, riflettono la minor incidenza del Covid-19 sugli infortuni sul lavoro e un incremento delle malattie legate al lavoro. I dati mostrano una riduzione del 19,6% delle denunce di infortunio rispetto a settembre 2022, con un totale di 430.829 casi.

Allo stesso tempo, i dati evidenziano un incremento del +21,9% delle malattie professionali denunciate, che sono state 53.555. Questo aumento indica una maggiore consapevolezza dei lavoratori e comunque un’attenzione alla diagnosi da parte dei medici, rivelando una crescente preoccupazione per la salute sul luogo di lavoro.

Malgrado l’aumento delle denunce relative alle malattie professionali, si ritiene che il fenomeno sia ancora sottostimato, e molti lavoratori potrebbero non essere consapevoli dei rischi legati al proprio ambiente di lavoro.

Il Presidente del Patronato Acli di Reggio Calabria, Claudio Romanò ha annunciato il potenziamento del servizio di assistenza a 360 gradi, a partire da quello medico legale, per intensificare la tutela dei lavoratori colpiti da malattie professionali e da infortuni sul lavoro, un passo significativo verso una maggiore protezione della salute e dei diritti dei lavoratori in Italia. Questa iniziativa di servizio è volta a sensibilizzare i lavoratori sulle malattie legate all’attività lavorativa e ad aumentare il numero di casi tutelati dal Patronato Acli, contribuendo così a rafforzare anche la consapevolezza tra i lavoratori.

L’aumento dell’età pensionabile e dei requisiti per accedere alle prestazioni pensionistiche ha costretto molti lavoratori a prolungare la loro permanenza nel mondo del lavoro. Questo significa che più persone rimarranno impiegate proprio nel momento di maggiore fragilità e saranno maggiormente esposti ai rischi inerenti al loro ambiente di lavoro.

Il servizio di assistenza e il servizio medico legale del Patronato Acli si concentra sulla tutela dei lavoratori colpiti da infortuni e malattie professionali, con una particolare attenzione ai cosiddetti “tecnopatici”, ovvero coloro che subiscono danni alla salute a causa dell’esposizione a sostanze chimiche o agenti fisici sul posto di lavoro.

Inoltre, a partire da gennaio 2024, l’accesso ai nostri servizi sarà reso più agevole grazie alla possibilità di fissare e gestire gli appuntamenti direttamente online.

Questo potenziamento migliorerà ulteriormente il servizio di assistenza e il servizio medico legale del Patronato Acli, dalla tutela a un maggior accesso anche su appuntamento, al fine di venire incontro alle esigenze anche di coloro che possono avere difficoltà a recarsi presso i nostri uffici.

banner

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano