Reggio Calabria, Giornata Internazionale sui diritti delle persone con disabilità celebrata da AIPD

Giornata Internazionale sui diritti delle persone con disabilità celebrata da AIPD (Ass.ne Italiana Persone Down) di Reggio Cal., Ass.ne “Amici di Lilla” APS Disabili adulti di Reggio Cal, Arianna ODV di Tortora (CS), Satellite dei Diritti Umani del Lions Club Carate Brianza Cavalieri

Presso la sede dell’ AIPD (Associazione Italiana Persone Down) di Reggio Calabria, rappresentata dal Presidente Bruno Arichetta, si è svolto un meeting per celebrare la Giornata Internazionale sui Diritti delle Persone con Disabilità che ricorre il 3 Dicembre di ogni anno e che ha visto partecipare anche il Satellite Diritti Umani del Lions Club Carate Brianza Cavalieri con la sua Presidente Avv. Eliana Carbone e le socie Prof.ssa Giuseppina De Marte e Prof.ssa Carmen Oliva, l’Associazione “Amici di Lilla” APS disabili adulti  con la sua Vice-Presidente Dott.ssa Teresa Fotia e da remoto il Dott. Paolo Emanuele Iorio Presidente dell’Associazione Arianna ODV di Tortora(CS).

Ha introdotto l’argomento l’Avv. Eliana Carbone che ha evidenziato, che successivamente alla proclamazione di questa Giornata Internazionale, vi è stata la Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con Disabilità approvata dall’Assemblea Generale ONU il 3/12/2006 che non inserisce nuovi diritti ma mira a consolidare quelli esistenti perle persone con disabilità come statuito nella Dichiarazione Universale dei diritti umani del 1948 e che si incentrano sui due principi cardine: le pari opportunità e la non discriminazione.

Nella foto: Teresa Fotia, Eliana Carbone, Bruno Arichetta

Ha preso poi la parola Bruno Arichetta, il quale ha riferito che l’AIDP sez. di Reggio Calabria, è stata fondata nel 2001 e vuole essere un punto di riferimento per le famiglie sul territorio della Città Metropolitana che hanno al loro interno una persona con la Sindrome di Down attraverso l’informazione ed il sostegno nell’accettazione della diagnosi, l’attuazione di iniziative che favoriscano il pieno sviluppo della persona con sindrome down e la piena autonomia.  Ha continuato Arichetta:” Siamo organizzati con dei corsi anno- 2023 che comprendono una fascia di età di queste persone con sindrome di down che va dai 3 ai 45-50 anni di età e che mirano al raggiungimento dell’autonomia della persona per cercare di inserirli nel sociale e nel mondo del lavoro”.

A questo punto è intervenuta la Dott.ssa Teresa Fotia, la quale ha precisato che la sua Associazione si occupa esclusivamente dei disabili adulti e che purtroppo non ha ancora una sede legale ma si appoggia sulla Chiesa di San Domenico di Reggio Calabria per avere lo spazio dove svolgere dei laboratori creativi utili per l’apprendimento di questi ragazzi-adulti. Ha detto poi Fotia:” Il nostro obiettivo ed unico scopo è quello di lavorare sul “Dopo di Noi” perché nella nostra Associazione ci sono molti genitori grandi di età e con problemi di salute che si chiedono spesso cosa faranno i loro figli dopo di loro e loro devono poter dare risposte giuste ed esatte a questi genitori perché ogni ragazzo deve avere la propria autonomia e un posto dove vivere e continuare la propria vita”.

La Prof.ssa Carmen Oliva ha poi introdotto il Dott. Paolo Emanuele Iorio che ha sottolineato che l’Associazione Arianna ODV è organizzata per accogliere e tutelare le persone con disabilità attraverso un approccio centrato sulla persona che è considerata unica e che il loro personale è formato per gestire le esigenze specifiche della persona, attraverso aspetti legati all’autonomia, all’assistenza, alla comunicazione efficace, alla comprensione delle sfide e delle opportunità legate alle diverse abilità. Iorio ha poi riferito: “È’ importantissimo promuovere l’accessibilità universale in modo che le persone con disabilità possano muoversi liberamente negli spazi pubblici e usufruire dei servizi senza ostacoli ed anche necessario sia implementare programmi di istruzione inclusiva che collaborare con le aziende per promuovere l’inclusione lavorativa. Infine, è fondamentale promuovere una cultura di sensibilizzazione ed educazione per combattere stereotipi e pregiudizi legati alla disabilità”.

Ha concluso la Prof.ssa Giuseppina De Marte dicendo che in base alla sua esperienza lavorativa, essendo insegnante di sostegno presso l’ITI Corni di Modena, a scuola la disabilità viene vista come una serie di interventi e prassi che devono garantire l’inclusione scolastica di tutti i bambini e ragazzi che presentano disabilità e per l’inserimento scolastico vi è la predisposizione del PEI, la richiesta di ore di sostegno e formazione classi perché l’inclusione scolastica non è soltanto un elemento fondamentale della scuola italiana ma anche principio centrale della Costituzione con il principio di uguaglianza contro ogni forma di discriminazione sancito dall’art. 3 della nostra Costituzione. Il meeting si è concluso con la speranza di tutti i partecipanti affinché i Governanti prendano sempre più a cuore la necessità di rendere effettivi sul territorio i diritti delle persone con disabilità.

Presidente dell’Ass.ne Italiana Persone Down(AIPD)di Reggio Calabria

Bruno Arichetta

VicePresidente Ass.ne “Amici di Lilla” APS Disabili Adulti di Reggio Calabria

Dott.ssa Teresa Fotia

Presidente del Satellite Diritti Umani del Lions Club Carate Brianza Cavalieri

Avv. Eliana Carbone

Presidente dell’Ass.ne Arianna ODV di Tortora(CS)

Dott. Paolo Emanuele Iorio

Comunicato Stampa

banner

Recommended For You

About the Author: PrM 1